sabato, Aprile 10

Yucatan: aumento del salario minimo Che eventi e considerazioni hanno portato alla maggiorazione del compenso?

0

L’ultimo trimestre dell’anno, iniziava ieri con due colpi diretti all’economia dello Yucatan: un nuovo salario minimo e la fine delle sovvenzioni per le tariffe elettriche estive. Da giovedì scorso, è entrato in vigore l’approvazione del salario minimo nel paese, in modo che in Yucatan che la minima retribuzione economica garantita sarà 70.10 pesos al giorno, con un incremento di 1,83 di pesos. Per spiegare tale fenomeno si deve risalire al dicembre 2014 quando il salario minimo era di 174.000 pesos in Yucatan e 560 persone ricevevano soltanto tale compenso economico minimo giornaliero, una cifra che rappresentava 18.100 lavoratori. Secondo la Segreteria del Lavoro e della Previdenza Sociale, nello Stato messicano vi sono anche coloro che guadagnano soltanto il salario minimo o lavoratori non regolarmente in regola, e le donne, che continuano a ricevere una retribuzione inferiore a quella dell’uomo, come in altri Paesi civilizzati perché accusate di togliere ore di lavoro con permessi familiari, specialmente quelle dedicate da loro per accudire o curare i figli

(tratto dal canale ‘Youtube’ di ‘Aztecas Noticias’)

 

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->