venerdì, Aprile 16

Yemen, battaglia di raid tra Arabia Saudita e Houthi Un raid dell’aviazione saudita ha colpito una casa nel distretto di Dimnat Khadir e ucciso 20 persone, tra cui dei bambini

0

Continua la guerra in Yemen. E a farne le spese purtroppo sono i cittadini. L’ultima ad essere presa di mira è stata la città sud-occidentale di Taiz: un raid dell’aviazione ha colpito una casa nel distretto di Dimnat Khadir e ucciso 20 persone, tra cui dei bambini. Taiz è da tempo uno dei centri del conflitto in corso tra coalizione a guida saudita e Ansar Allah, il movimento politico dei ribelli Houthi.

A quattro anni dall’inizio dell’operazione saudita Tempesta decisiva, non c’è pace all’orizzonte. Riyadh, nonostante l’incapacità di vincere la guerra, non intende fare marcia indietro. Da parte loro le forze Houthi, pur perdendo piccole porzioni di territorio, non cedono e riescono a resistere e a mantenere il controllo di buona parte dello Yemen del centro e del nord. Anzi, il capo del cosiddetto Consiglio politico degli Houthi, Saleh al Samad, ha annunciato che «sarà avviata una nuova fase del conflitto con il lancio di missili balistici contro l’Arabia Saudita ogni giorno».

(video tratto dal canale Youtube di France 24)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.
End Comment -->