sabato, Maggio 15

Yahoo! vende le sue attività 'core' La quinta società mondiale più polare avvia i contatti con i potenziali acquirenti

0

Yahoo è ufficialmente in vendita. La quinta società mondiale più polare, guidata dal CEO Marissa Mayer, avvia i contatti con i potenziali acquirenti per la vendita delle sue attività ‘core’. Secondo indiscrezioni, le offerte saranno concrete fra un mese. In totale sarebbero 20 le società (secondo quanto riporta l’agenzia ‘Bloomberg‘) che avrebbero espresso interesse per Yahoo, fra i papabili vi sono colossi delle telecomunicazioni come Verizon, Comcast e At&t, ma anche società di private equity, incluse Bain Capital Partners, KKR e Tpg.

Le azioni Yahoo! hanno perso il 10% dall’inizio dell’anno dopo il -34% del 2015. Ora la società vale 28 miliardi di dollari. A seguito di questo, Yahoo starebbe valutando la possibilità di scorporare le quote che detiene di Alibaba, in tutto il 15%, con un valore di quasi quaranta miliardi di dollari.

Un accordo per gli investitori rappresenterebbe un’attesa schiarita sul futuro dei Yahoo che, secondo molte opinioni, deve reinventarsi e trasformarsi radicalmente dopo anni di perdita di terreno nei confronti dei suoi principali competitor.

 

(Video tratto dal canale YouTube di CBS)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->