venerdì, Maggio 7

Venezuela: boom per l’ app Vippo Dopo il Petro, arriva un' applicazione telefonica con cui è possibile pagare

0

Dopo aver annunciato di aver creato una nuova criptomoneta, il Petro, per recuperare denaro. dopo aver usato le valute come il rublo russo o lo yuan cinese come monete di riferimento così da aggirare gli effetti delle sanzioni imposte dalla comunità internazionale, il governo di Nicolas Maduro, in Venezuela, ha creato Vippo, un’applicazione telefonica con cui è possibile pagare, attraverso il terminale, i prodotti o i servizi desiderati.

A renderlo necessario, non solo la svalutazione e iperinflazione della moneta nazionale, il Bolivar, che hanno fatto diventare caro qualsiasi genere alimentare. E’ ormai, infatti, raro trovare in giro denaro contante. Questo ha causato un’ emergenza ed è iniziato ad essere fondamentale il pagamento con la carta di credito oppure con queste applicazioni elettroniche. In questo modo, anche i commercianti si ritrovano subito il denaro sul conto corrente.

(Video tratto dal canale Youtube Euronews)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->