giovedì, ottobre 18

Venduto all’ asta un cappello di Napoleone Il prezzo è stato di 350.000 euro

0

Ieri, a Lione, in Francia, a 203 anni dalla battaglia di Waterloo, si è svolta un’ asta durante la quale è stato venduto un cappello di Napoleone: 350.000 euro il prezzo a cui è stato battuto. Sconosciuto è il compratore del prezioso oggetto. Del valore stimato fra i 30 e 40 000 euro, il cappello è stato venduto nella stessa scatola di legno in cui fu presentato all’esposizione internazionale di Bruxelles del 1897.

«È un cappello molto semplice, non è affatto un cappello cerimoniale . Ha alcune peculiarità, principalmente sotto, l’imperatore non sopportava la fascia del sudore, quindi venne rimossa. Ci sono rinforzi per poterlo afferrare con le mani. E poi c’è la questione dello stato del cappello che dimostra che ha 200 anni e che ha sofferto un po ‘, il che gli conferisce ancora più fascino!», ha commentato Etienne De Baecque, il banditore dell’asta.

(Video tratto dal canale Youtube Euronews)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore