mercoledì, Ottobre 20

Vendere e acquistare furgoni usati adesso è più facile Non importa che siate piccoli imprenditori o titolari di una grande ditta: se ha quattro ruote e può servire a fare meglio il vostro lavoro, lo troverete su Truck1

0

L’Unione Europea è una realtà per centinaia di milioni di cittadini, eppure moltissimi di loro trovano complesse molte delle attività che la cancellazione dei confini tra nazioni dovrebbe invece aver reso più semplici.

C’è di mezzo troppa burocrazia, spesso resa ancora più difficoltosa dalle barriere linguistiche. Acquistare un veicolo è uno dei casi in cui in tanti rinunciano a considerare la trattativa con un Paese estero nonostante la possibilità concreta di risparmiare rispetto a quanto si spenderebbe a casa propria grazie a un cambio di valuta favorevole.

L’occasione per risparmiare sui veicoli commerciali

Uno scenario che finalmente è destinato a cambiare anche in Italia, grazie all’arrivo anche nella penisola del portale Truck1: una vera rivoluzione per chi cerca un veicolo commerciale, dai van ai furgoni frigorifero, dai mezzi con cassone ribaltabile ai muletti.

Dopo aver trovato terreno fertile in Paesi come l’Olanda e la Germania, Truck1 viene incontro alle necessità dell’utilizzatore professionale anche da noi. Il funzionamento del portale è intuitivo: la registrazione per chi è interessato a comprare un furgone usato è gratuita, e permette di accedere a un catalogo aggiornato in tempo reale con tutti i mezzi disponibili sia alla vendita sia con l’opzione di leasing.

Come funziona Truck1 Italia?

I furgoni usati su Truck1 Italia vengono pubblicati sul sito da concessionari distribuiti su tutto il continente ed è lo staff del sito a facilitare la comunicazione tra venditore e possibile acquirente, traducendo i messaggi di interesse nei confronti di uno specifico automezzo. Truck1 Italia inoltre garantisce l’affidabilità dei concessionari presenti sul sito cancellando quelli inaffidabili o eliminando gli annunci potenzialmente truffaldini.

Truck1 Italia per i venditori

Il funzionamento del portale è altrettanto semplice per i concessionari o i privati intenzionati a effettuare una vendita: il sistema si basa sull’acquisto di crediti come accade nel caso di piattaforme come Fiverr o ProntoPro. Il venditore viene anche seguito da un manager personale che consiglia sulle strategie per ottenere il massimo dal proprio annuncio, proponendo anche l’acquisto di servizi aggiuntivi per aumentarne la visibilità.

Truck1 Italia: una carta d’identità

Con sede a Riga, in Lettonia, Truck1 è stato fondato nel 2003 e oggi raggiunge ben 44 nazioni, oltre i confini dell’Unione, arrivando a proporre i propri servizi in Sudafrica, Stati Uniti, Russia e Cina (fra gli altri).

Un assoluto pioniere nel settore della compravendita di furgoni e altri mezzi commerciali usati a livello internazionale, è scelto come partner anche da realtà importanti come ADR – Aeroporti di Fiumicino e Gorent.

I mezzi presenti in catalogo non sono solo usati: sfogliare gli annunci permetterà di imbattersi anche in mezzi nuovi provenienti da fallimenti, venduti comunque a prezzi più che concorrenziali. Con la possibilità, particolarmente in un periodo in cui fare economia è diventato fondamentale, di risparmiare alla propria attività spese per decine di migliaia di euro.

Non importa che siate piccoli imprenditori o titolari di una grande ditta: se ha quattro ruote e può servire a fare meglio il vostro lavoro, lo troverete su Truck1.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->