martedì, Ottobre 19

Veleni nucleari: dalla Francia all'Australia field_506ffb1d3dbe2

0

25 tonnellate di rifiuti radioattivi sono stati intercettati, nei giorni scorsi, a bordo di una nave cargo costruita ben 14 anni fa, partita da un porto francese e diretta in Australia dove i rifiuti avrebbero dovuto essere smaltiti.
Per gli ambientalisti, e Greenpeace, la nave è, in realtà, una carretta del mare assolutamente non idonea a trasportare simili quantitativi di rifiuti definiti anche altamente tossici e pericolosi. Sembra che, i veleni nucleari derivanti dalla lavorazione dell’Uranio utilizzato per scopi medici, siano partiti da un porto in Francia, per poi essere lavorati nel sito di smaltimento australiano di Adelaide, così da essere stoccati in via definitiva in un deposito di Sydney.

f1

Le prime immagini captate dalla tivù tedesca con sede a Berlino, la ‘RT‘, e diffuse dal canale ‘World News‘ sembrano inequivocabili, e non lasciano dubbi sulla portata della segnalazione fatta da ecoattivisti sia francesi che australiani.
Sul caso è stato sentito da Melbourne l’esperto di Greenpeace, e responsabile della Fondazione per la conservazione del territorio australiano, David Sweeney.

(Immagini tratte dalla selezione del canale video ‘World News‘)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->