venerdì, Aprile 23

Usa: Sanders-Clinton, battaglia per il voto ispanico Anche nella campagna elettorale dei democratici arriva il momento di affrontare il tema dell'immigrazione

0

Anche nella campagna elettorale dei democratici arriva il momento di affrontare il tema dell’immigrazioneBernie Sanders ha trionfato nelle primarie di martedì in Michigan anche grazie al tema degli effetti deleteri della globalizzazione sulle fabbriche americane, ma per vincere martedì prossimo in Florida serviva dare una risposta decisa alla questione che riguarda coloro che arrivano nel Paese. E l’argomento è stato al centro del dibattito televisivo avvenuto nella notte a Miami fra il senatore del Vermont e Hillary Clinton.

Se Donald Trump propone di costruire un muro lungo il confine con il Messico, Sanders e Clinton sono d’accordo sul portare verso la cittadinanza tutti gli illegali che non hanno commesso reati e non rappresentano una minaccia per la sicurezza del Paese. Ma è stato l’unico punto comune. La Clinton infatti ha poi attaccato l’avversario, reo di aver votato contro una legge del 2007, che avrebbe consentito la legalizzazione dei clandestini, ma Sanders ha giustificato quel comportamento adducendo che un suo parere positivo avrebbe obbligato gli immigrati a lavorare in condizioni di quasi schiavitù. E allora ecco il colpo duro della Clinton: ‘Hai appoggiato i vigilantes di ronda lungo il confine. «Questo è falso e ingiusto. Sono pronto a confrontare la mia storia politica con la sua in ogni momento», la replica di Sanders. Un attacco gratuito che solo il voto di martedì dirà se sarà stato giusto. Anche se per Sanders le chance di avere la meglio sulla Clinton sono piuttosto basse.

(video tratti dai canali Youtube di Al Jazeera e CNN)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->