giovedì, Maggio 13

USA, sale la febbre per il Powerball Oggi la nuova estrazione, con un montepremi di 1,4 miliardi di dollari

0

Giornata quella di mercoledì mai così attesa negli USA. E non per questioni politiche. Infatti oggi è il giorno della superlotteria Powerball. Uno dei giochi più popolari negli Stati Uniti, che quest’anno ha raggiunto un jackpot da capogiro: 1,4 miliardi di dollari. Mai nella storia di questa lotteria si era giunti ad una cifra simile. E pensare che sabato scorso, quando aveva toccato 980 milioni di dollari, si era battuto il record, senza però che nessuno riuscisse ad azzeccare la sestina vincente. Oggi invece nuova opportunità e chissà che ci sia un fortunato vincitore. Parliamo di un patrimonio incredibile, pari al prodotto interno lordo dell’isola di Grenada, nei Caraibi. Fino ad oggi il record di vincita appartiene a un pensionato della Florida che nel 2013 è riuscito a portare a casa 590,5 milioni di dollari, mentre il record assoluto a una lotteria americana è stata fatto segnare nel marzo 2012 dal Mega Millions Jackpot, con una vincita di 656 milioni di dollari. Gli americani però ci scherzano su e mostrano quanto sia difficile essere il nuovo vincitore. Le statistiche infatti sono impietose. Ecco alcuni eventi che potrebbero accadere più facilmente di una vincita al Powerball. Mentre Forbes prova a dare una guida su come gestire così tanti soldi.

(video tratto dal canale Youtube di Usa Today)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->