sabato, Aprile 17

USA, perché avere paura della Corea del Nord? field_506ff510725be

0

La minaccia nucleare della Corea del Nord è concreta. Tra i Paesi più preoccupati gli USA, che con Pyongyang non intrattengono buoni rapporti. Diverse le provocazioni del leader Kim Jong Un, che soprattutto negli ultimi mesi non ha smesso di provocare Washington e i suoi vicini con test missilistici sempre più ‘audaci’. Ma ecco irrompere Donald Trump, che ha manifestato di voler incontrare il dittatore nordcoreano per cercare di arrivare ad una interruzione del programma nucleare. «Parlerei con lui», ha detto alla ‘Reuters’, «Non avrei problemi a parlargli. E allo stesso tempo farei pressione sulla Cina, perché economicamente abbiamo un grosso potere da esercitare sulla Cina e la Cina può risolvere il problema con un vertice o con una telefonata perché a sua volta ha un’enorme influenza sulla Corea del Nord»«La Cina supporta i dialoghi e le comunicazioni dirette tra Usa e Corea del Nord», ha affermato il portavoce del ministero degli Esteri, Hong Lei. «Pensiamo sia una cosa molto positiva da fare. Dovremmo puntare con decisione alla denuclearizzazione della penisola coreana e impegnarci a risolvere la questione con il dialogo e le consultazioni». Ma non è della stessa idea la candidata democratica Hillary Clinton«Trump prima insulta i nostri più stretti alleati e poi afferma di voler parlare con un dittatore come Kim Jong Un». Ma c’è davvero bisogno per gli USA di temere la Corea del Nord?

(video tratto dal canale Youtube del Time)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->