sabato, Dicembre 4

Usa, nuova strage a scuola. Ma Trump tace sulle armi Intelligence americana: 'Smartphone prodotti in Cina rappresentano una minaccia per la sicurezza nazionale'

0

Passiamo alla Bolivia, perché una bomba è esplosa causando 4 morti e 10 feriti durante le celebrazioni del martedì grasso nella città di Oruro. L’ordigno era di tipo artigianale. Tre persone sono state fermate. Lo scorso sabato, un’altra esplosione aveva ucciso 8 persone e ne aveva ferite 40.  Un alleato del presidente Evo Morales ha dichiarato che dietro l’attacco ci sono le forze di opposizione.

In Messico invece la candidata indipendente alle, Maria de Jesus Patricio Martinez, è rimasta ferita in un incidente d’auto nel quale è morta una persona e altre due sono rimaste ferite. A bordo del mezzo viaggiava anche il membro del consiglio nazionale indigeno Francisco Grado, che è in gravi condizioni.

Oltre 10.000 civili sono morti o hanno riportato ferite nel 2017 a causa del conflitto in Afghanistan. A dirlo la Missione delle Nazioni Unite di assistenza al Paese (Unama). Secondo il rapporto, le vittime registrate sono state 10.453, di cui 3.438 morti e 7.015 feriti. Rispetto al 2016 si registra un calo del 9%.

Mossa a sorpresa in Francia di Emmanuel Macron, che ha deciso di chiudere entro l’estate la sala stampa sistemata da quasi mezzo secolo all’interno dell’Eliseo, per spostarla in una strada limitrofa, fuori dalle mura di cinta del palazzo. Ufficialmente, si tratta di trasferire tutto in uno spazio più grande. Ma la decisione sembra dovuta al fatto che Macron vuole mantenere una ‘distanza’ con i giornalisti.

In Nepal, il leader del Partito comunista del Nepal-Uml (marxista-leninista unificato), KP Sharma Oli, ha giurato oggi a Kathmandu come premier. Subito dopo, ha annunciato la formazione di un mini-governo di cui fanno parte insieme a lui altri due esponenti del suo partito Cpn-Uml. Si tratta di Lal Babu Pandit, nominato ministro per la Popolazione e l’Ambiente, e di Tham Maya Thapa, designata ministro per le Donne e i Bambini.

Chiudiamo con l’Australia, perché d’ora in avanti ai ministri del governo conservatore sarà proibito avere relazioni sessuali con i propri dipendenti: lo ha annunciato il premier, Malcolm Turnbull, dopo il caos avuto con lo scandalo suscitato dal suo vice, Barnaby Joyce, che, sposato e con figli, aspetta un figlio dalla sua ex giovane collaboratrice Vikki Campion.

Visualizzando 2 di 2
Visualizzando 2 di 2

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->