mercoledì, Maggio 19

Usa-Cuba: vera riconciliazione? field_506ffbaa4a8d4

0
1 2


Il lento ma costante ripristino delle relazioni bilaterali tra Stati Uniti e Cuba rappresenta un indubbio successo sia per l’amministrazione Usa guidata da Barack Obama che Raul Castro. Un successo dovuto in larga parte alla tenace resistenza opposta dalla piccola isola situata a meno di 90 miglia da Miami alla pressione soverchiante esercitata costantemente per oltre 60 anni dal gigante statunitense, durante i quali Castro ha continuato a mantenere saldamente le redini del potere e la popolazione locale ha avuto modo di sopravvivere all’embargo, sebbene molti ritenessero impensabile che un Paese dalle dimensioni tanto ridotte potesse mantenersi a galla senza allinearsi completamente al ’Washington consensus’.

Tutto è iniziato nel dicembre 2014, quando L’Havana e Washington concordarono il rilascio di Alan Gross, contractor statunitense alle dipendenze dell’United States Agency for International Development (Usaid) arrestato per attività illegali nell’isola, in cambio della scarcerazione di tre agenti cubani arrestati nel 1998 dopo essersi infiltrati in Florida fingendosi esuli cubani.  L’intesa – che era stata preceduta da alcuni segnali particolarmente importanti come la compartecipazione di Stati Uniti e Cuba al vertice sulla lotta contro ebola indetto dall’Organizzazione Panamericana della Sanità, gli svariati editoriali del ’New York Times’ a favore della revoca dell’embargo (uno dei quali venne poi pubblicato da Granma, organo ufficiale del Partito Comunista cubano) – ha gettato le basi per una trattativa volta ad agevolare l’invio di denaro e i viaggi da e per Cuba, che ha a sua volta favorito la svolta, favorita dalla mediazione di Papa Francesco e consacrata dai discorsi tenuti simultaneamente da Raul Castro e Barack Obama.

 «Abbiamo concordato disse Castro – di riallacciare le relazioni diplomatiche […]. Proponiamo al governo degli Stati Uniti di implementare misure reciproche atte a migliorare i rapporti bilaterali in vista di una totale normalizzazione dei legami tra i nostri Paesi, basati sui principi del Diritto Internazionale e la Carta delle Nazioni Unite […]. Il nostro popolo tributa rispetto e apprezzamento per questa decisione assunta dal presidente Obama». Castro non ha tuttavia mancato di puntualizzare che i primi passi verso la normalizzazione «non risolvono la questione nodale. L’embargo economico, commerciale e finanziario che causa enormi danni umani e economici al nostro Paese deve essere revocato. Obama dispone dei poteri esecutivi per farlo». Obama, pur ammettendo che l’embargo imposto per oltre 50 anni contro Cuba non ha prodotto gli esiti sperati, si limitò a promettere di «sottoporre al Congresso la possibilità di porre fine al blocco contro Cuba», lasciando quindi intendere di non volersi avvalere delle prerogative che la sua carica gli conferisce per porre fine al blocco dell’isola.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->