mercoledì, Maggio 12

USA, corsa a due Clinton – Sanders tra i Democratici Sfida su tre temi: controllo sulla vendita delle armi, intervento in Siria e fisco

0

Un ultimo dibattito di fuoco quello andato in scena ieri sera in tv negli USA tra i Democratici. Hillary Clinton, Bernie Sanders e Martin O’Malley si sono sfidati soprattutto su tre temi: controllo sulla vendita delle armi, intervento in Siria e fisco. Ma alla fine sembra che in queste primarie sarà lotta tra Clinton e Sanders. A confermarlo l’andamento del dibattito televisivo, con la Clinton intenta a punzecchiare il rivale principale su più punti. Hillary infatti, seppur in vantaggio a livello nazionale sul compagno di partito (59% a 34% secondo l’ultimo sondaggio Wall Street Journal/Nbc News), fatica in alcuni Stati come New Hampshire e Iowa, dove sente sempre più il fiato sul collo di Sanders.

«Sanders ha votato con la National rifle association (Nra), con la lobby delle armi, molte volte. Ha votato per l’immunità dei produttori e rivenditori di armi», uno dei primi affondi della Clinton al rivale, ma il senatore del Vermont ha riconosciuto la necessità di una legge per evitare stragi come le ultime avvenute, rammentando però alla rivale che nel 2005 votò una legge per l’immunità per i produttori e i rivenditori di armi. Sul fisco invece la Clinton ha accusato Sanders di voler aumentare le tasse alla classe media che invece dice di voler difendere. La replica non si è fatta attendere, con il senatore che ha presentato meglio il suo ‘Medicare for All’, che punta sull’aumento delle tasse per i più ricchi e che farebbe risparmiare 6mila miliardi di dollari nei prossimi 10 anni rispetto al sistema attuale. Ma Sanders ha fatto di più: ha promesso che se verrà nei primi cento giorni, si impegnerà a mettere fine al declino della classe media. Duro il contrattacco di Hillary, che ha sostenuto che il piano confliggerebbe con l’Affordable Care Act di Obama, che ha permesso a 19 milioni di persone di entrare nel sistema della sanità. Sulla Siria infine un accordo: «Nessuna forza di terra. Sosteniamo l’esercito iracheno, le milizie sunnite e i curdi ma anche la via diplomatica», il commento della Clinton. Mentre Sanders: «Mi piace l’intenzione di Obama di provare a risolvere in modo diplomatico e non tenere gli americani in un disastroso pantano permanente».

(video tratto dal canale Youtube di Associated Press)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->