venerdì, Settembre 17

Usa e armi: Trump ascolta, gli studenti manifestano Incontro tra il presidente e un gruppo di sopravvissuti alla strage in Florida. La rabbia di diversi genitori

0

E’ andato in scena nelle scorse ore l’atteso incontro tra il presidente americano Donald Trump e un gruppo di studenti sopravvissuti alla strage di San Valentino in un liceo di Parkland in Florida. Il presidente, davanti anche a molti genitori e docenti, ha promesso controlli più severi per i proprietari di armi, ma soprattutto ha aperto anche all’ipotesi di armare gli insegnanti, previa scrupolosa formazione, per evitare che si ripeta un altro massacro a scuola.

«La esamineremo con attenzione. Capisco che è un’ipotesi controversa, ma siamo qui per ascoltare», ha detto Trump. «Sono arrabbiato… perché non vedrò più mia figlia. Quanti altri ragazzi ancora? Non chiuderò occhio fino a quando non si farà qualcosa!», ha detto invece un padre.

L’incontro è avvenuto proprio nel giorno in cui migliaia di ragazzi in Florida e a Washington hanno manifestato chiedendo a gran voce ‘Mai più!’. Il presidente Trump ha promesso ascolto e azione. Ora tra l’altro si parla anche della possibilità di alzare i limiti di età per l’acquisto di armi e di vigilare maggiormente sulla salute mentale di chi ha il porto d’armi.

(video tratto dal canale Youtube di RT)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->