sabato, Settembre 18

Usa 2016, è scontro tra Romney e Trump

0

E forte la tensione in casa repubblicana dopo il duello a distanza di ieri tra Mitt Romney e Donald Trump. L’ex candidato repubblicano non c’è andato leggero durante il suo intervento all’Università dello Utah. «Donald Trump è una persona falsa, un impostore, un ciarlatano. Le politiche di Trump porteranno l’America alla recessione e le sua politica estera renderanno l’America e il mondo meno sicuri». E ha esortato direttamente gli americani a non fidarsi e non votare Trump: «Fate la scelta giusta. Trump non ha nè il temperamento nè il giudizio per essere presidente. Perderà con Hillary Clinton».

Poche ore dopo la replica del magnate newyorkese: «Mitt Romnney? Un cadavere, un morto. Romney non sarà mai eletto. Ha già fallito due volte e l’ultima volta si è scontrato con un presidente che avrebbe dovuto battere», riferendosi a Barack Obama. «E’ stato un candidato orribile, una catastrofe. E’ stato ucciso. Ora cerca di rimanere politicamente rilevante». Che sia l’ennesimo tentativo della base del partito per screditarlo nel disperato quanto tardivo tentativo di farlo cadere? Un errore fatale quello dei Repubblicani, che solo ora hanno appoggiato Marco Rubio, proprio nel momento in cui tutto sembra ormai compromesso, vedi i risultati del Super Tuesday. Ma Trump non si scompone e parte al contrattacco: «Io sono l’unico in grado di battere Hillary Clinton, non sono un Mitt Romney, che non sa come vincere». Ma di sicuro le polemiche continueranno.

(video tratto dal canale Youtube del The Telegraph)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->