martedì, Maggio 11

USA 2016: Donald Trump ufficialmente candidato field_506ffbaa4a8d4

0
1 2


Donald Trump, durante la convention nazionale repubblicana in corso a Cleveland (Ohio), ieri, è stato ufficialmente eletto candidato repubblicano alla corsa per la presidenza degli Stati Uniti in programma l’8 novembre prossimo. Nella votazione, Trump, che non era presente, è riuscito a superare i 1.237 voti dei delegati all’assemblea del partito, il minimo richiesto per la nomina.

Il voto, Stato per Stato, non ha dato luogo a proteste significative come quelle che si erano registrate il giorno prima tra i delegati ribelli che si opponevano candidatura di Trump, i quali avevano chiesto un cambiamento nelle regole che disciplinano il processo di voto. Il Senatore Jeff Session, all’inizio della votazione, aveva presentato Donald Trump come l’unico candidato da sottoporre al voto.

Trump accetterà ufficiale la nomina del partito repubblicano giovedi, nel suo discorso di chiusura della convention, ma a conclusione della votazione è immeditatamente intervenuto via Twitter affermando «E’ un grande onore essere il candidato repubblicano alla presidenza degli Stati Uniti», e ha aggiunto, «Io lavoro duro e non deludono mai!»

Fino a pochi mesi fa nessuno avrebbe potuto scommettere con qualche seria possibilità di vincere che l’outsider  inviso all’establishment, in primo luogo del partito repubblicano, sarebbe diventato il candidato ufficiale 2016 dell’elefantino. ‘Opa ostile‘, è stata definita da qualche osservatore la scalata del partito del miliardario newyorchese. Opa riuscita, lasciando un partito -del quale Trump se ne frega- diviso e in grave condizioni di salute, afflitto da rivalità ideologiche e personali, che nel corso dell’ultimo anno è apparso sempre più un partito senza indirizzo, e che ora si rimette al candidato per la definizione della propria identità. Gli scenari sono preoccupanti per il Partito repubblicano. Al di là di quello che sarà l’esito della corsa presidenziale (Trump pare sfavorito), i tradizionali bacini di consenso del GOP hanno dimostrato, in questi mesi, la loro incapacità di agire come aggregatori di consenso.

69 anni, un patrimonio stimato in 4,5 miliardi di dollari, Trump il ‘cannibale’ ha costruito la sua nomination sulla provocazione, il politicamente scorretto, la retorica accattivante ed aggressiva diretta contro una realtà politico-economica caratterizzata dalla rarefazione della middle-class, tradizionale spina dorsale dell’economia Usa, come effetto diretto della concentrazione della ricchezza nelle mani di un nucleo sempre più ristretto di individui  -la cosiddetta super-class, aiutato dalla debolezza del partito e degli altri candidati contro i quali si è sfidato nel corso delle primarie.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->