sabato, Aprile 17

UNICEF dona acqua ogni volta che non usi il cellulare

0

Ogni giorno vengono postate migliaia di foto sui social network. Ora invece, grazie ai nostri smartphone, è possibile donare acqua potabile a chi non ce l’ha.

Come? Grazie al ‘Tap Project’. E’ un progetto di UNICEF in cui viene chiesto di ‘mettere giù il telefono’ per 5 minuti, ovvero lasciare lo smartphone inattivo per 300 secondi. Il sito di ‘Tap Project’ monitorerà l’utilizzo del telefono grazie al sensore internazionale del movimento di cui i cellulari sono dotati. Per ogni 5 minuti in cui gli utenti staranno al di fuori delle applicazioni telefoniche, UNICEF donerà 1 giorno di acqua potabile.

E’ possibile accedere al sito del ‘Tap Project’ dal proprio cellulare e questo splendido progetto solidale durerà per tutto il mese di marzo. Ricordiamoci che 663 milioni di persone nel mondo non hanno accesso ad acqua potabile e che in questo caso per aiutarli basterebbe solamente ‘non fare nulla’, nemmeno col cellulare.

 

(video tratto dal canale YouTube di The Huffington Post)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->