martedì, Aprile 20

Ungheria, 'camerawoman' sgambetta migranti in fuga field_506ffb1d3dbe2

0

Che l’Ungheria non veda di buon occhio i migranti è cosa ormai nota. Il presidente Orban continua a chiedere la conclusione dei lavori della barriera protettiva (filo spinato) lungo i confini, mentre si ripetono gli episodi al limite del razzismo nel Paese. Dopo gli spray urticanti utilizzati contro i migranti, ecco che a intervenire sono anche i media. Una video operatrice della tv ungherese N1TV è stata filmata mentre faceva lo sgambetto a un migrante in fuga dalla polizia con un bambino. L’episodio è avvenuto al confine con la Serbia. Nel nel video prodotto da un altro cameraman si vede la donna che, nel momento della fuga dei migranti a causa di una carica della polizia, fa lo sgambetto a un uomo che corre con in braccio un bambino, facendolo cadere a terra. Ma in generale la donna commette lo stesso gesto anche con altre persone. La notizia (buona) è che la ‘camerawoman’ è stata licenziata.

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->