mercoledì, Ottobre 27

Una guida pratica ai casinò telematici Ecco cosa si deve sapere dei portali che racchiudono al loro interno tutti i giochi di gambling più amati al mondo

0

Fra i maggiori trend di questo 2020 si trovano i casinò online, ovvero quei portali che racchiudono al loro interno tutti i giochi di gambling più amati al mondo.

Dalle slot machines fino al poker, queste sale da gioco telematiche offrono una moltitudine di soluzioni per tutti, esperti e neofiti compresi. I vantaggi di queste piattaforme sono altrettanto numerosi, ma bisogna comunque specificare una cosa: come ogni altra novità, chi approccia questi siti deve prima informarsi un po’, per poter capire di cosa si tratta. Tutti noi sappiamo quanto sia semplice trovare tante informazioni grazie a internet, stando sempre attenti alle fake news. Ecco perché oggi si vedrà una guida molto pratica ai casinò telematici.

Quali giochi si trovano su questi siti?

Non tutti i portali di gambling offrono la possibilità di giocare ad un gran numero di videogame, perché dipende sempre dalle politiche della piattaforma e dalle partnership con i vari circuiti. Per fare un esempio, alcuni casinò online integrano circuiti noti come NetEnt, Playtech e Aristocrat, come si evince anche da questa recensione sul casinò Snai, creata da un blog del settoreche analizza tutti i punti di forza di questa piattaforma.

Per quanto concerne i passatempi digitali specifici, quasi tutti i portali di gambling danno la possibilità di giocare alla roulette e alle slot machines. Altri hanno scelto di specializzarsi sul poker, mentre altri ancora permettono di accedere anche alle scommesse sportive. Infine c’è la modalità live, una delle novità più apprezzate, ma attualmente disponibile solo su poche piattaforme di gioco d’azzardo.

Come funzionano i casinò telematici?

La logica dietro questi portali è molto semplice, ma richiede comunque un chiarimento. Innanzitutto l’utente deve registrarsi e creare un proprio account, per accedere ai giochi. In seguito, bisogna effettuare un primo deposito per avere un fondo necessario a poter scommettere ad esempio alle slot. Quando si ha successo, le vincite si accumulano e, arrivati ad una certa soglia, il giocatore ha la possibilità di incassare, richiedendo il pagamento. Se invece non viene raggiunta la soglia, quei soldi vengono conservati, di conseguenza non vanno persi.

In base alle varie piattaforme possono essere presenti delle opzioni particolari, o dei bonus per i nuovi iscritti, che consentono ad esempio di ottenere un risarcimento in percentuale sulla prima scommessa, o una serie di giri gratis alle slot.

Altre informazioni da conoscere

Prima di effettuare l’iscrizione ad un sito di casinò, conviene sempre accertarsi che quella piattaforma stia operando nella legalità. Per farlo, basta recarsi sulla pagina principale del sito, e cercare il bollino ADM, l’unico che testimonia la presenza di un portale certificato dall’agenzia delle dogane e dei monopoli. In aggiunta, come visto in apertura, è possibile leggere qualche recensione e opinione di chi ha già provato quel servizio. Inoltre è importante informarsi anche sui bonus appena citati, perché rendono più semplice l’approccio a questi siti.

Infine, è meglio studiare le regole delle diverse varianti dei giochi, dato che nei casinò online possono essere presenti opzioni innovative, come le side bets.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->