sabato, Dicembre 4

Un incontro tra islam e cristianesimo è possibile

0
1 2


Il suggerimento è scappare, non esporsi o farsi vedere, tentando, durante la fuga, di prestare soccorso alle altre persone. In alternativa barricarsi: qui le indicazioni vanno dalla scelta del luogo migliore per attendere l’arrivo delle forze dell’ordine ad alcuni pratici suggerimenti per non richiamare l’attenzione del terrorista in azione, come spegnere le luci e impostare il cellulare sulla modalità silenziosa. Sia chiaro, non basta disattivare la suoneria dell’apparecchio -non stiamo partecipando a una lezione universitaria- quindi sarebbe vitale compiere un’ulteriore modifica: occorre eliminare anche la vibrazione.

A poco meno di quattro settimane dalla strage del Bataclan, la Francia, tra angoscia e sarcasmo, accoglie sulle pareti delle prefetture, dei musei, degli stadi, di tutti quei luoghi pubblici giudicati rilevanti, un manifesto per preparare i cittadini a un eventuale attacco terroristico.

Fino alla prima metà de XX secolo, in molti pensavano che il terzo millennio avrebbe portato le religioni monoteiste a un incontro risolutivo o a un declino irreversibile: oggi, più che mai, a un passo dal 2016, ci si interroga sul significato della fede altrui, della propria, di come, per alcune persone, la salvezza passi anche attraverso la canna di un fucile d’assalto.

Quando il nemico è l’infedele, quando il terrorismo, per sua natura, non richiede in alcun modo una mobilitazione di massa, ma il sacrificio e la ferocia di una elite di militanti, bisogna interpellare chi conosce lo spirito autentico delle religioni, come il teologo padre Marcelo Bravo Pereira, dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, direttore dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose.

 

Secondo lei le tre religioni monoteiste condividono veramente lo stesso Dio?

Sì, ma non è compreso allo stesso modo. Facciamo chiarezza su un punto: tra il cristianesimo e l’ebraismo tutto ciò si è risolto in maniera pacifica ormai da molti secoli. Contro la dottrina di Marcione la Chiesa riaffermò l’unità dei due Testamenti, quindi, l’unico Dio che ha parlato al popolo ebraico e si è manifestato in Gesù di Nazareth; altra cosa è parlare del Dio che compare nel Corano. Le tradizioni islamiche si rifanno all’Antico Testamento e ad alcune interpretazioni eretiche relative alla corrente nota come ‘monofisismo’, che negava la duplice natura umana e divina del Cristo. Ecco dove nasce l’enorme difficoltà per i musulmani di capire come possa un Dio farsi uomo: hanno una concezione totalmente trascendente di Dio.

Anche se la religione islamica succede al cristianesimo, la loro idea di Dio è più simile a quella degli ebrei. Un musulmano non può dire chi è il suo Dio: può solo dire cosa vuole. Nell’islam siamo di fronte a un volontarismo radicale e un fideismo di base.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->