venerdì, Settembre 24

Un buon…ATTO per l'effetto serra!!! field_506ffbaa4a8d4

0

A 150 Km a nord est di Manaus, al centro della fitta foresta pluviale brasiliana dell’Osservatorio dell’Alta Amazon Tower ( ATTO ) è stato aperto dopo un anno di costruzione Sabato (22 agosto ).

L’alta torre, pari a 325 metri, è un progetto congiunto tra Brasile e Germania in cui sono coinvolti l’Istituto Max Planck per la chimica, il Max Planck Institute for biogeochimica, l’Instituto Nacional de Pesquisas da Amazônia (Inpa/MCTI) e la Universidade do Estado do Amazonas (UEA), oltre ai rappresentanti di organizzazioni scientifiche, il Ministro della scienza, tecnologia e innovazione, Aldo Rebelo, governatore di stato Amazonas, José Manuel e rappresentanti dell’ambasciata tedesca in Brasile sarà presente all’inaugurazione.
Alto sopra le cime degli alberi della foresta pluviale, strumenti di misurazione moderni raccoglierà dati sulla gas ad effetto serra, le particelle dell’aerosol, proprietà delle nuvole, processi dello strato limite e trasporto di masse d’aria. “Con l’alta torre stiamo raggiungendo un punto di svolta nella ricerca sul sistema terra. Tutti i dati che stiamo generando con questa nuova torre di misurazione vengono incorporati in modelli per predire lo sviluppo del clima, “spiega Ferdi Schüth, Vice Presidente della società Max Planck. I risultati della misurazione, sottolinea Schüth, sarà disponibili anche alla politica accessori per sviluppare ulteriori regolamenti sulla politica ambientale e gli obiettivi climatici globali.

(tratto dal canale ‘Youtube’ con  video prodotto dal ‘Ministério da Ciência, Tecnologia e Inovação’)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->