martedì, Agosto 3

Un anno dall'attacco di Charlie Hebdo

0

E’ passato un anno dal terribile attacco terroristico alla sede del giornale satirico ‘Charlie Hebdo’ in Francia da parte dei fratelli Said e Cherif Kouachi, che ha portato alla morte di otto giornalisti e vignettisti e altre persone all’esterno dell’edificio dove ha sede la Redazione. Per cercare di scampare alla carneficina da parte dei terroristi jihadisti arabi i giornalisti rimasti vivi si sono rifugiati sui tetti dell’edificio e dietro i mobili della Redazione del giornale. I due jihadisti erano saliti in ascensore, eludendo i controlli di sicurezza, fino al secondo piano nelle stanze della Redazione e avevano sparato ai giornalisti, portando al ferimento grave dell’attuale caporedattore, Riss, e alla morte del direttore. Poi si sono dati alla fuga seguiti dalla polizia, che è riuscita a fermarne soltanto uno, colpendolo alla testa, mentre inneggiava a Maometto. Da questo attentato è seguita una tre giorni di panico e terrore in Francia e una caccia al fuggitivo nelle periferie francesidove risiedono i simpatizzanti della jihad legata ad Al Qaida nella penisola araba.

(tratto da un contributo video su ‘Youtube’  )

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->