lunedì, Settembre 27

Ucraina: la vita a Zolotoe 3 La maggior parte delle persone rimaste sono anziani o malati. Scuola e asilo non esistono più

0

A un anno dall’accordo di Minsk per stabilizzare l’Ucraina orientale, la situazione resta incerta per i residenti. Il recente passato ha reso un paesino come Zolotoe 3, che si trova a qualche chilometro dalla frontiera dell’autoproclamata Repubblica di Luhansk, quasi una città fantasma.

La maggior parte delle persone rimaste sono anziani o malati. Scuola e asilo non esistono più, o meglio esistono per 11 bambini. In un’intervista la direttrice dell’asilo ha dichiarato: «Spero che torni il buon senso e che la pace si ristabilsca e che le nostre scuole vengano ricostruite, sento ancora le voci dei bambini», commuovendosi.

A Zolotoe 3 non c‘è più niente, neanche l’industria mineraria che permetteva agli abitanti di lavorare. Chi è tornato qui, conta costantemente sull’aiuto delle organizzazioni umanitarie, come l’UNHCR. L’Alto commissariato Onu per i rifugiati distribuisce beni di prima necessità, soprattutto per far fronte alla stagione invernale.

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->