sabato, Luglio 31

Ucraina: giornalisti feriti ad Odessa

0

La polizia ucraina ha arrestato tre sospetti che nel porto di Odessa hanno preso d’assalto alcuni giornalisti di Channel 7 davanti alla loro sede di lavoro. Il video dell’attacco che noi vi proponiamo è diventato rapidamente virale. A rimanere feriti durante l’assalto un giornalista e due operatori video, ma il bilancio poteva essere assai più grave. I giornalisti sarebbero stati attaccati dopo che hanno cercato di filmare un incidente stradale avvenuto nei pressi della stazione televisiva. I sospetti sono tornati sul luogo e hanno iniziato una lite con il giornalista e gli operatori, per poi sparare dei colpi con un fucile da caccia. Il patron di Channel 7 Mikhail Malyshev ha parlato di un incidente gli ha ricordato la resa dei conti avuta negli anni ’90: «Resisteremo contro coloro che vogliono riportare Odessa al 1990». Ha anche espresso la preoccupazione che solo la polizia ha risposto alla chiamata di emergenza e non il servizio di sicurezza ucraino (SBU), che per legge dovrebbe intervenire. La libertà di stampa in Ucraina, secondo gli ultimi dati, è in crescita: si è passati al 107esimo posto, con un balzo di 22 posti rispetto al 2014, ma fatti simili ricordano comunque quanto sia difficile fare il giornalista in questo Paese.

(video tratto dal canale Youtube di RT)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->