sabato, Maggio 8

Tutti pazzi per la dieta Da Melissa Satta a Belen Rodriguez illuminanti indicazioni di bellezza

0

belly-fat-diet 

Si avvicina l’estate e come ogni anno veniamo posseduti da un pensiero fisso: il tormentone Tasi sì, Tasi no? Il dispiacere di Berlusconi per non aver potuto votare alle ultime elezioni ma di aver solo potuto tenere dei comizi elettorali? Macchè, il vero dilemma di ogni inizio estate è: passerò o non passerò la prova costume?

Già perché l’economia potrà essere a rotoli, la disoccupazione alle stelle, ma essere in quel fortunato 50% della popolazione che supererà la prova costume sembra essere la vera sfida di queste settimane. E non solo per noi donne. Dopo mesi a giacere sotto strati di lana e tessuti sintetici, i nostri corpi stanno finalmente per essere esposti al sole e se non saranno desiderabili il sole potrebbe smettere di sorgere.

I più previdenti si stanno preparando da mesi all’evento della prima esposizione al pubblico, mentre per tutti gli altri si tratta delle ultime settimane per correre ai ripari e smaltire una volta per tutte pandori e uova di Pasqua. Un po’ come aprire il libro la sera prima dell’esame: razionalmente tutti sappiamo che è perfettamente inutile, ma alzi la mano chi non l’ha mai fatto almeno una volta nella vita.

Questo è anche il periodo durante il quale vip e meno vip cavalcano l’onda delle nostre paranoie e ci propongono diete miracolose. Prima fra tutte Melissa Satta. Di lei, non molto tempo fa, si diceva mangiasse a pranzo una semplice pastina. Ora è lei stessa a svelare il mistero della propria forma smagliante: una dieta equilibrata, nella quale non si fa mancare alcun principio nutritivo, ma soprattutto tanto sport per mantenere le gambe toniche e belle. State pensando anche voi che si tratta davvero di una dieta rivoluzionaria?

Consigli illuminanti per un corpo da urlo arrivano anche da parte della showgirl Belen Rodriguez. La bellissima argentina per tenersi in forma segue un regime alimentare ferreo: evita i fritti in favore delle cotture al vapore, preferisce non mangiare alimenti crudi, limita al massimo il consumo di grassi e dolci anche se, confessa, non riesce di tanto in tanto a resistere alla tentazione del cioccolato, soprattutto dopo cena. A questo regime alimentare Belen associa attività fisica costante: corre, va in palestra almeno due volte la settimana e pratica il pilates. Durante l’allenamento i suoi esercizi preferiti sono quelli aerobici e il potenziamento muscolare di tutti i distretti corporei.

L’innovatività dei consigli per una linea da passerella consiste quindi nella combinazione di dieta bilanciata e tanta attività fisica. Un consiglio che ci giunge nuovo come un “non accettare caramelle dagli sconosciuti“. Come a dire che non ci sono ricette facili per perdere peso e sentirsi in forma, che non esiste alcuna “dieta del divano”, ma che occorre fare un paio di sforzi di volontà per mangiare sano ma soprattutto per indossare un paio di scarpette da ginnastica e darsi da fare.

Tuttavia c’è ancora chi crede nei miracoli. Esempio ne è proprio la sorella di Belen, Cecilia Rodriguez, che recentemente è stata vista a spasso con uno strano braccialetto al polso. I meglio informati dicono si tratti di un braccialetto che inibisce la fame. Si chiama AG Slim ed è composto da un innovativo miscuglio di sostanze naturali che agiscono sull’ipotalamo e donano a chi lo indossa un piacevole senso di sazietà. Prima di entusiasmarvi vi consiglio tuttavia di leggere per intero il sistema di funzionamento di questo miracolo indossabile direttamente dal sito del produttore, compresa la parte in cui si sottolinea che per una effettiva perdita di peso il solo bracciale non basta, occorre combinarlo ad una dieta equilibrata e (indovinate un po’?) attività fisica

Niente di nuovo sotto il sole, quindi, almeno da quando la contessa di Cambridge Kate Middleton non ha lanciato la dieta Dukan, ora sconsigliata dalla quasi totalità dei medici per l’alto rischio che comporta di condurre alla chetosi. Allora era il 2011, mentre ora, a distanza di ben tre anni, non abbiamo niente di meglio a disposizione se non una dieta bilanciata associata allo sport. Che sia ora di iniziare a credere davvero che sia l’unico sistema non solo per superare la prova costume, ma anche per sentirci più in salute?

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->