martedì, Settembre 28

Turchia, video choc sui razzi al confine con la Siria Il colpo è caduto nella provincia sudorientale di Kilis, provocando la morte di due persone

0

Un sìbilo, poi il boato. E’ panico in Turchia, nella provincia sudorientale di Kilis, al confine con la Siria, dove un razzo è caduto in una cittadina provocando la morte di una donna e un bambino di 4 anni. Ferito un altro piccolo di 6 anni. Il razzo è stato sparato dall’Isis, che controlla la zona al confine con il Paese. Non è il primo episodio, visto che negli ultimi giorni diversi sono stati i colpi di mortaio che giungono nella zona. Stavolta però è stato ripreso in diretta dalla rete TRT World, che stava mandando in onda il commento dell’inviato. Scene di panico e fuggi-fuggi generale, nel timore che altri colpi cadessero nelle vicinanze. Intanto arrivano i primi numeri di questo cessate il fuoco in Siria: almeno 240 persone (di cui 80 civili) sono morte nei dieci giorni dopo lo stop alle armi. A dirlo l’Osservatorio siriano per i diritti umani.

(video tratto dal canale Youtube di Euronews)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->