venerdì, Maggio 14

Trump presidente? Ecco cosa ne pensano gli indiani musulmani

0

Donald Trump vola verso la candidatura repubblicana per la Casa Bianca. Dopo il ritiro di Cruz e Kasich, il magnate newyorkese sembra ormai prossimo alla vittoria. Sempre più sicuro di sè e del suo programma. Ormai è noto cosa vorrà fare nei suoi primi 100 giorni da presidente: muro con il Messico, divieto di immigrazione di musulmani, Fed sotto monitoraggio e primi passi verso l’abolizione dell’Obamacare. Ma proprio sulla questione musulmani si discute. Ancora fanno parlare le sue dichiarazioni in merito: «L’Islam ci odia», per poi argomentare «il grandissimo disprezzo» verso il mondo occidentale che rende «molto difficile separare» tale religione dall’Islam radicale. Ma non solo, perché Trump afferma: «Dobbiamo essere molto vigili, dobbiamo essere molto attenti e non dobbiamo permettere alla gente che viene in questo Paese di avere questo odio per gli Stati Uniti». E sulla sua idea di bloccare i visti per i musulmani, la BBC è andata in India per sapere cosa ne pensa la gente di Trump. Infatti il 10% di tutti gli americani indiani che costituiscono il gruppo di immigrati più ricco degli Stati Uniti è musulmano.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->