sabato, novembre 17

Trump-May, coro unanime: ‘Brexit opportunità unica’ Bomba in Pakistan, attacco in Siria contro zona controllata dall'Isis

0

«Una volta concluso il processo della Brexit, gli Usa finalizzeranno un accordo commerciale con la Gran Bretagna. Sosteniamo la decisione del popolo britannico all’autodeterminazione. Un Regno Unito indipendente come gli Stati Uniti è una benedizione per il mondo». Lo ha detto il presidente Usa Donald Trump in conferenza stampa con Theresa May dopo l’incontro tra i due di Londra.

Un rapporto solido quello tra Usa e Gb, come ha confermato la premier inglese. E ha confermato: «Mentre la Gran Bretagna lascia l’Ue, abbiamo concordato di avere un accordo di libero scambio tra i nostri due Paesi. Un accordo ambizioso che rafforzerà la cooperazione economica e creerà lavoro e benessere per il Regno Unito e gli Stati Uniti d’America». Trump che poi ha ringraziato la Gran Bretagna per essere fra i 5 dei 29 Paesi Nato che stanziano quanto concordato per la difesa comune. «Non è ancora abbastanza», ha puntualizzato il presidente Usa, definendo comunque produttivo l’esito del risultato del vertice Nato.

Il governo italiano contribuirà con 500.000 euro al Programma di Sviluppo delle Nazioni Unite (Undp) in Libia per sostenere gli sforzi di riconciliazione nazionale. Lo ha annunciato l’ambasciatore italiano in Libia, Giuseppe Perrone. L’obiettivo è di aiutare mediatori locali, donne e esponenti religiosi a diventare i costruttori di pace di domani.

In Pakistan, una bomba è esplosa oggi vicino ad una manifestazione di un candidato islamista al parlamento, nel nord-ovest del Paese. Almeno tre i morti e 16 feriti. L’attentato è avvenuto nella città di Bannu.

In Siria invece un raid aereo contro una zona controllata dall’Isis nell’est del Paese ha ucciso almeno 28 civili. Secondo l’Osservatorio nazionale dei diritti umani, il raid ha colpito una fabbrica di ghiaccio che decine di famiglie utilizzavano come rifugio, vicino al confine iracheno.

In Iraq, migliaia di manifestanti sono scesi in strada nelle ultime ore per protestare contro le difficili situazioni economiche e i continui black out elettrici. Non è per il momento coinvolto il giacimento di Zubair dove opera l’italiana Eni.

Chiudiamo con la Turchia, dove c’è stata una nuova operazione contro sospetti infiltrati nell’esercito dalla presunta rete golpista di Fethullah Gulen. La procura di Kayseri ha aperto un’inchiesta nei confronti di 98 militari, emettendo finora 24 mandati di cattura. Intanto una massiccia operazione è stata condotta questo pomeriggio dalla Guardia costiera turca per trarre in salvo 34 migranti, tra cui almeno 5 bambini, che erano rimasti bloccati su un isolotto nel mar Egeo al largo della costa di Cesme, nella provincia di Smirne.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore