venerdì, Aprile 16

Trump e Clinton inarrestabili, Rubio cade in Florida

0
1 2


Nell’ennesima spietata notte che conduce alla nomination alla presidenza degli Stati Uniti d’America, si vota in Illinois, Ohio, Missouri, North Carolina e Florida.

00

credits: politico

Ed è proprio in Florida che cadono le ultime speranze di Marco Rubio, in corsa per la nomination del partito repubblicano. Qui, nello Stato di cui è Senatore, Rubio avrebbe dovuto riscattarsi dai precedenti risultati tutt’altro che entusiasmanti. Qui, in poche parole, Rubio si giocava il tutto per tutto. Ma ad attenderlo, dietro l’angolo, preannunciato dai più recenti sondaggi, c’era l’ennesimo risultato sotto tono, proprio quello che il Senatore della Florida non poteva permettersi.
La Florida assegna i suoi 99 delegati con la formula “winner takes all, consegnandoli tutti al vincitore Donald Trump, che con il 45,8% dei voti surclassa Rubio, fermo al 27%. Ted Cruz, in terza posizione, non riesce a fare meglio del 17,1%.
Come in un cerchio perfetto e beffardo, proprio nello Stato che aveva permesso alla sua carriera politica di spiccare il volo, Rubio si è schiantato prepotentemente al suolo, lasciato senz’altra opportunità se non quella di annunciare il suo doveroso ritiro: «Non è tra i piani di Dio vedermi presidente nel 2016, o forse mai. Dopo stasera è chiaro che mentre noi siamo sul fronte giusto, quest’anno non saremo sul fronte vincente.»

Sul fronte opposto, la composizione variegata della popolazione della Florida, sfaccettata sotto il profilo razziale e prevalentemente adulta, non poteva che favorire l’ex Segretario di Stato Hillary Clinton. Qui Bernie Sanders si è presentato al voto con un solo endorsement dal congresso, mentre l’ex First Lady ne aveva ben nove, compreso il Senatore Bill Nelson. Per i democratici, la Florida assegna i suoi 246 delegati su base proporzionale. Dunque, con un ricco 64,5%, la Clinton ne ha ottenuti 142, mentre Sanders con il 33,3% dei voti solo 62.

11

credits: politico

E se i giochi ancora non fossero abbastanza complicati tra i repubblicani, a ingarbugliare i risultati è occorso il voto in Ohio. Qui tutti i 66 delegati in palio sono stati assegnati a Kasich, Governatore dello Stato, che con il 46,8% dei voti è balzato avanti a Trump, fermo al 35,7% e a Cruz, in terza posizione con il 13,1% delle preferenze. Proprio il suo Stato regala al Governatore la sua prima vittoria, arrivata però matematicamente in ritardo. Adesso Kasich per assicurarsi la nomination non dovrebbe vincere altro che il 100% dei delegati rimanenti. Giunto in Ohio con soli 63 delegati sulla base del migliaio già assegnato, Kasich ha aggiunto i 66 del suo Stato. I candidati ora lotteranno per i restanti 1000, che per Kasich non sono comunque abbastanza per arrivare ai 1237 necessari per assicurarsi la nomination. Lo sguardo è allora rivolto verso la convention GOP di luglio, dove il Governatore dell’Ohio confida di arrivare «con più delegati di tutti gli altri candidati».

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->