mercoledì, Aprile 14

Troppo simile al virus: Tata cambia nome all'auto Zica Neanche debutta e già fa discutere. E pensare che come testimonial ha Messi

0

Ha debuttato il 3 febbraio la nuova utilitaria della Tata, la casa automobilistica indiana. Peccato che il nome non sia dei più azzeccati: Zica. Un nome troppo simile al virus, Zika, che sta affliggendo il Sudamerica e che fa paura al mondo intero, visto che l’OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità l’ha definito come ‘emergenza globale’. Inevitabile l’assonanza tra Zica e Zika, con relative polemiche e post ironici sui social. Per questo la Tata è stata costretta a fare un passo indietro e modificare in tutta fretta il nome della nuova auto, che arriverà nelle prossime settimane. COn la Zica la casa indiana spera proprio di fare il ‘botto’ nel mercato nazionale e non solo. Per questo ha anche scelto come testimonial l’asso del Barcellona Lionel Messi. Ora la strategia commerciale è tutta da rifare: la Zica non nasce sotto una buona stella.

(video tratto dal canale Youtube della Reuters)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->