sabato, Maggio 8

Thaad, bene i nuovi test Usa

0

Gli Usa hanno testato il sistema di difesa missilistica Thaad in Alaska. Secondo la Missile Defense Agency (MDA, Agenzia di Difesa Missilistica — ndr), uno degli aerei dell’aviazione americana ha lanciato un missile balistico, che successivamente è stato intercettato dal lanciamissili.

Un sistema quello Thaad contestato dagli stessi cittadini della Corea del Sud, dove è stato installato proprio come deterrente ad un possibile attacco dello ‘scomodo vicino. A contestarlo anche Cina e Russia. In particolare il presidente cinese Xi Jinping, durante la sua visita in Russia prima del G20 di Amburgo, ha sottolineato il grave pericolo che il sistema anti-missile americano pone sia per gli interessi cinesi sia per quelli russi.

Secondo Pechino il sistema Thaad può entrare in profondità nel suo territorio, minando la sua sicurezza e l’equilibrio regionale, senza fare nulla per fermare la Corea del Nord nella sua corsa agli armamenti nucleari e missilistici. «Il dispiegamento statunitense del sistema anti-missile in Corea del Sud danneggia gravemente gli interessi strategici di sicurezza della Cina, della Russia e di altri Paesi della regione», ha dichiarato Xi. Poi, in una nota congiunta, i due Paesi hanno ribadito che «sono fermamente contrari alla diffusione del Thaad e suggeriscono seriamente che i Paesi coinvolti fermino e annullino la sua installazione».

(video tratto dal canale Youtube della CNN)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.
End Comment -->