martedì, Agosto 3

Terrore a Bruxelles, bombe all'aeroporto e nella metro E' allarme terrorismo: l'ombra di IS dietro la paura

0

Bruxelles nuovamente al centro della cronaca internazionale. Si contano i primi 11 morti ma il bilancio è destinato ad aggravarsi in seguito alle due gravi esplosioni che questa mattina alle 8 hanno squarciato l’aeroporto Zaventem della capitale belga. Le bombe sono state presumibilmente piazzate all’imbocco dell’area accanto al banco della American Airlines, ma qualche turista parla di attentatori suicidi in mezzo alla coda per il controllo bagagli. Lo scalo è stato ovviamente chiuso al traffico aereo e sono immediatamente iniziate le attività di sgombero feriti e messa in sicurezza dell’area.

Alle  9,15  una seconda deflagrazione in centro città, alla fermata di Metro Malebeek, vicino alle istituzioni europee, seguita anche da un’altra alla stazione Schuman. Tutte le stazioni sono state chiuse ed è stata evacuata la stazione centrale. Le ultime informazioni parlano di due bombe all’aeroporto e di tre ordigni nelle stazioni metro. Il bilancio attuale è di almeno 23 morti accertati e una quarantina di feriti.

 

In queste riprese si vedono i viaggiatori in fuga dall’aeroporto dopo le esplosioni e i video nelle metro colpite.

 

(video tratti dai canali YouTube di Reporter New Video e LiguriaOggi Redazione)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->