mercoledì, Maggio 12

Tecnologia e giochi: passato, presente e futuro Dagli anni ‘80 ad oggi, i giochi per i più giovani sono sempre più tecnologici e graficamente avanzati

0

C’è un settore che più di tutti ha usufruito in maniera importante della spinta tecnologica. Stiamo parlando ovviamente del mondo dei giochi, cambiato radicalmente nel tempo grazie alle nuove tecnologie e capace di rinnovarsi di anno in anno.

Il passato dei giochi

I videogiochi sono stati il media più rivoluzionario degli anni ’70 e ’80, generando lo stesso mercato che oggi è ancora così popolare. Prima di sfondare, però, il settore dei videogiochi avrebbe anche vissuto la crisi maggiore della sua storia. Negli anni ’70 la diffusione era limitata ed i mezzi tecnologici restano ancora troppo embrionali, sono gli anni ’80 la fase in cui esso diviene realmente un fattore sociale e di mercato.

Gli anni ’80 sono stati caratterizzati dal gioco analogico grazie al quale ci si divertiva anche di più ed in modo più genuino. Grazie agli Home Computer come il Commodore 64 o lo ZX Spectrum, il giocatore comincia a vivere esperienze nuove e strabilianti, vere e proprie avventure sofisticate e complesse, cominciando inoltre a interagire con la programmazione di giochi più o meno elementari, imparando un nuovo linguaggio. Con l’arrivo del Famicon, ovvero  il Nintendo Entertainment System, e del Sega Master System si leva l’aurora del videogioco moderno. Nascono le prime saghe iconiche tuttora esistenti, si definiscono i generi del videogioco.

Gli anni ‘90

Siamo agli inizi del 1990, il mercato delle console è ancora dominato da Nintendo con la sua Famicon, in concorrenza con la Master System di Sega. La grande N possiede ancora il sostegno degli editori e, grazie a Super Mario Bros. 3, le vendite fanno scintille. Il gioco dedicato all’idraulico con il berretto rosso non è l’unica hit di una macchina che stravolge i record di vendita. 

L’impressionante aumento delle vendite di videogiochi incoraggia SNK a rilasciare le due versioni di Neo-Geo (Neo-Geo AES, Neo-Geo MVS), console e arcade. Ma i flop dei produttori sono numerosi, il fallimento commerciale del CD-i di Philips è un esempio perfetto. Per contrastare Nintendo, Sega ha sviluppato Mega Drive, una console molto potente per l’epoca, e gli ha associato una mascotte, Sonic. Nel 1991, Nintendo rilascia la Super Nintendo. La sua uscita tardiva è compensata dalle tattiche del produttore: grazie ai suoi giochi la console vende molto bene. Uno fra questi è il primo gioco di combattimento di successo, Street Fighter II di Capcom. Super Mario Kart, Final Fantasy VI, Super Metroid, Super Mario World contribuiranno poi alle vendite della console grazie a una grafica considerata superiore a quella di Mega Drive.

Gli anni 2000

Questo periodo è legato alla sesta generazione di console. Microsoft decide di fare il terzo incomodo nella faida tra Nintendo e Sony ma senza successo. Con SEGA fuori dai giochi (fallita dopo aver lanciato il DreamCast), la Sony fece il botto con il suo nuovo prodotto ovvero la PlayStation 2 diventando nel corso degli anni la console più venduta di tutti i tempi. Nintendo decise di replicare tornando sul mercato con il Nintendo DS dopo un flop ottenuto con il Gamecube. Questa nuova console portatile è dotata di due schermi sensibili al tatto ottenendo grandi successi tra i giocatori per l’innovazione portata nel campo dei videogiochi.

Il presente

Il presente parla di giochi sempre connessi e disponibili ovunque grazie allo Smartphone o alle console portatili. Come, ad esempio, i giochi di carte come le roulette online ed i più classici come la scopa, briscola ed il poker.

I giochi per i più giovani sono sempre più tecnologici e graficamente avanzati. Gli sparatutto sono la soluzione perfetta per chi è alla ricerca di titoli ricchi di azione e dalle proprietà grafiche spettacolari. Tra i più scaricati negli store troviamo Modern Combat 5, un gioco sviluppato da Gameloft che consente di divertirsi anche in modalità multiplayer, selezionando differenti stili di combattimento. Tra i più apprezzati anche Frontline Commando, in risalto per la visuale in terza persona ed una definita grafica tridimensionale.

Nella categoria giochi di ruolo e strategia, troviamo alcuni dei titoli di maggior successo di sempre. Come ad esempio Plants vs Zombies 2, in cui lo scopo è proteggere il proprio orto dall’assalto di malefici zombie. Clash of Clans è invece tra i più appassionanti strategici multiplayer, in cui l’obiettivo è espandere il proprio impero, costruendo villaggi e formando le truppe del proprio esercito. I puzzle sono da sempre uno dei passatempi preferiti dagli italiani anche nella versione online da mobile. Divertenti e con regole semplici, sono disponibili in gran numero negli store Android e iOS.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->