domenica, Dicembre 5

Tango argentino, che passione!

0
1 2 3 4


Camminando la sera per le strade delle nostre città, talvolta capita di imbattersi in un piccolo gruppo di persone avvinghiate l’una all’altra, in mezzo a borse giacche e cappotti disposti per terra a semicerchio, ballare al suono di struggenti o frenetici motivi. «E’ il tango bellezza!» dirà qualcuno. Nel caso specifico si tratta di una improvvisata o ‘clandestina’, ‘milonga’. Un appuntamento fissato tramite Whatsapp, in un dato luogo ad una data ora, un po’ di musica e danza e poi via, ognuno per la propria strada o verso i luoghi deputati.. Che ormai sono tanti. C’è solo l’imbarazzo della scelta. Basta consultare il sito di ‘Fai tango’ e troveremo l’elenco delle milonghe giornaliere di tutta Italia. Che la passione del tango sia un fenomeno crescente anche nel nostro Paese, è un dato incontrovertibile.

E’ molto di più di una moda”, mi dice Angela Manetti, designer grafica editoriale e pubblicitaria di Prato, autrice della prima guida argentina al tango in Italia dal titolo ‘Facciamo tango!‘ (Edizioni Clichy, Firenze). “Quello del tango è un fenomeno di costume ampio e profondo, che è venuto radicandosi nel nostro Paese da una ventina d’anni a questa parte. Lo dimostrano le oltre 200 scuole ed Accademie con oltre 5 anni di attività alle spalle da noi selezionate e le migliaia di allievi che le frequentano, difficile fare una stima, ma le scuole ufficiali e non saranno almeno 300 e gli allievi complessivamente 30 mila…ma credo che siano dati approssimativi per difetto.”

Già, un fenomeno avvertibile ovunque che, almeno qui in Toscana, lo abbiamo constato, si è stabilmente insediato in quelle che un tempo erano le Case del Popolo, i Circoli Arci o Acli ed anche della Misericordia: luoghi con più o meno grandi sale da ballo dove talvolta si tengono conferenze e incontri, ma la sera si balla.

Quanto alle Scuole queste sono insediate ovunque, palestre, bar e locali pubblici e privati: “posso dirti che una o più scuole di tango argentino esistono in ogni città capoluogo di provincia italiana. Inoltre, a testimoniare l’ampiezza e la profondità di tale fenomeno vi sono i tanti video rintracciabili sui social, le tante serate dedicate al tango, con migliaia di partecipanti, e anche le pubblicazioni dedicate a questo genere musicale affascinante e misterioso, sensuale ed intrigante, rigoroso e fantasioso al tempo stesso. Difficile.

 

Quando è divenuto fenomeno sociale in Italia?

Una ventina d’anni fa. La prima città in cui è sbarcato ed ha attecchito è stata Torino, poi a ruota, Bologna, Roma e via via tutte le altre città. Ora si insegna e si balla ovunque, maestri argentini ma anche molti e bravi italiani. Ormai è un fenomeno sociale che crea anche turismo, poiché si partecipa da una Milonga all’altra, spostandosi spesso di città in città, da un locale all’altro, siano palazzi storici o palazzetti dello sport.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->