Navigazione: SRF

Sudan: la giunta militare sceglie l’arma della violenza Sospesi i colloqui, per 72 ore, tra militari e civili per la formazione del governo di transizione e richiesta dei militari di sospendere le manifestazioni; SPA rifiuta e si allea con i gruppi armati
di

Emergono nuovi attori politici-militari, i gruppi ribelli; le forze d’élite -RSF e NISS-, che negli ultimi quattro anni hanno ricevuto ingenti finanziamenti, armi e addestramento militare dalla UE pronte a reprimere nel sangue al rivoluzione

Sudan, Bashir passa il bastone del comando? Il Presidente avrebbe espresso la volontà di uscire dalla scena politica del Paese e indicato un successore. Ma l'operazione non è per nulla facile e scombina i piani europei e americani
di

Mohamed Tahir Ayala è stato indicato da Bashir, un volto che potrebbe essere gradito all’Occidente; a contendergli la poltrona c’è il Primo Ministro Bakri Hassan Saleh; un nuovo mandato di Bashir è quanto sperano gli estremisti islamici interni al partito di Governo