Navigazione: Sahel

Libia 2018: cosa aspettarsi nell’anno delle elezioni? Con Arturo Varvelli, (Analista Senior ISPI) facciamo il punto sulla situazione attuale e sugli scenari futuri della Libia
di

‘Per avere una piena democrazia non sono sufficienti libere elezioni ma è necessaria tutta una serie di cautele e di bilanciamenti che non sono presenti attualmente in Libia: Haftar è consapevole che far deragliare il processo democratico conduce il Paese tra le sue braccia; o quanto meno questa è la sua speranza, la sua strategia’

Ecco i conflitti da tenere d’occhio nel 2018 – Parte II Il report del Crisis Group sulla pericolosità delle 10 crisi del mondo odierno
di

Nella giornata di ieri abbiamo pubblicato un articolo riguardante le criticità rappresentate da: Corea del Nord, USA-Arabia Saudita, Afghanistan, la crisi Rohingya in Myanmar e Bangladesh e quella nello Yemen. Nella seconda parte, ci occuperemo dei conflitti in Siria, Sahe, Repubblica Democratica del Congo, Ucraina e Venezuela,

NATO: Napoli, l’Italia, gli USA e l’UE
di

Le difficoltà dell’Amministrazione Trump (sempre più nelle mani dei Generali), hanno fatto fare al Presidente USA molti passi indietro, sia per quanto riguarda i rapporti con la Russia, sia per quanto riguarda il disimpegno nel Mediterraneo: ecco che la NATO torna ad avere un nuova centralità e, con essa, il nuovo Centro di Napoli acquisisce una grande importanza strategica

Mali: nuovo attacco, vecchio male che cresce
di

I militari maliani e le forze armate Onu sono obiettivi frequenti degli estremisti islamici che una volta governavano le città del nord del Mali, estromessi ufficialmente nel 2013 da un’operazione militare guidata dalla Francia, continuano ad effettuare attacchi, e recentemente la situazione è nuovamente precepitata