Navigazione: Saad Hariri

Libano: le dimissioni di Hariri cambiano davvero qualcosa? Ciò che ha portato alla rovina il Paese è un rapporto intricato e intrecciato tra il governo, la banca centrale libanese e le banche in generale. Le dimissioni di Saad Hariri non sono una sorpresa e non cambiano la traiettoria del Paese
di

La priorità per l’élite politica libanese ora è ridurre al minimo le sue perdite economiche. Quando la perdita registrata dalle banche avrà raggiunto un livello accettabile, la formazione del governo sarà più rapida

Lebanon: Does Hariri’s resignation really change anything? What has led to the country's downfall is an intricate and intertwined relationship between the government, the Lebanese central bank and banks in general. Saad Hariri's resignation is not a surprise and does not change the country's trajectory
di

The priority for the Lebanese political elite now is to minimize their economic losses. When the loss recorded by the banks has reached an acceptable level, the formation of the government will be faster

Brexit, ecco la prima bozza di accordo Ue-Gran Bretagna Usa: Jared Kushner, genero-consigliere del presidente Trump, è stato declassato. Afghanistan, Ghani: 'La pace non può essere raggiunta senza i talebani'
di

Barnier: ‘Se vogliamo che questi negoziati siano un successo dobbiamo accelerare’. Corea del Nord: Choe Son Hui, finora direttore generale per gli affari Nordamericani del ministero degli Esteri, è stata promossa a una posizione a vice ministro. Secondo gli osservatori, la mossa potrebbe essere collegata proprio ai preparativi di dialogo con Washington

Libano: il difficile equilibrio nella politica estera del Paese Con Rosita Di Peri, affrontiamo la questione dei rapporti tra il Libano ed i suoi vicini
di

Di Peri: “bisogna considerare che il Libano è un Paese dove le comunità contano: i rappresentanti delle diverse comunità, storicamente, hanno avuto rapporti diversi con gli attori regionali; non vedo, quindi, nessun elemento di novità nel fatto che i leader politici libanesi abbiano alleanze diversificate all’interno dello spettro regionale, mi sembra, anzi, in assoluta continuità rispetto a quanto successo in passato”