Navigazione: Repubblica di Catalogna

Catalogna: arriva l’Indipendenza (forse), non trova più i secessionisti Oggi il Parlament, al quale Puigdemont ha passato palla, potrebbe votare l’Indipendenza; prime defezioni tra i secessionisti, questa notte dimissioni del Ministro della Cultura, Santi Vila
di

27 ottobre 2017 nascita della Repubblica di Catalogna e contestuale commissariamento della Generalitat de Catalunya? E’ possibile. Intanto è crisi di governo con l’uscita dall’Esecutivo del leader dei moderati causa le «recenti evoluzioni e decisioni che il Presidente Puigdemont sarà costretto a prendere nelle prossime ore»

Catalogna: la mediazione della Chiesa per fermare l’escalation Juan José Omella, arcivescovo di Barcellona, e l’abate di Montserrat, Josep Maria Soler, sono i negoziatori che la Catalogna vorrebbe usare per tentare di mediare
di

La Chiesa sarebbe disposta a tentare un’opera di mediazione. In prima linea vi sarebbero le principali gerarchie ecclesiastiche spagnole, regista il Segretario di Stato Parolin. Il Vaticano contrario a ogni atteggiamento non basato sul rispetto della ‘legalità costituita’ e a un’autodeterminazione che non scaturisca da un processo di decolonizzazione

Catalogna: verso il 9 ottobre, con in sottofondo rumore di sciabole e fregate in movimento Lunedì 9 ottobre Puigdemont riferirà al Parlamento catalano l'esito del referendum; la dichiarazione dell'indipendenza potrebbe arrivare tra il 9 e il 12 ottobre. Intanto Madrid manda segnali con Esercito e Marina
di

Lunedì Puigdemont e i parlamentari catalani andranno a «valutare i risultati e gli effetti» del referendum e se vorranno rispettare la legge da loro stessi scritta dovranno concludere con il procedere alla dichiarazione dell’indipendenza. Il Ministero della Difesa ha ordinato l’invio in Catalogna di unità dell’Esercito; anche 3 fregate in arrivo a Barcellona