Navigazione: pubblica amministrazione

Lo Stato parallelo di Draghi per l'Italia dei prossimi 10 anni
Lo Stato parallelo di Draghi per l’Italia dei prossimi 10 anni Draghi è destra pensante, liberismo serio, keynesianismo intelligente, attenzione alla gente. E dunque ha deciso: l’unica cosa da fare è farsi uno Stato parallelo e tentare di fare partire la baracca in modo dignitoso
di

Quei politicanti uomini per tutte le stagioni, aperti a tutto, ma capaci di nulla hanno prodotto un popolo di sudditi. Draghi vede al massimo i prossimi dieci anni, che però sono dieci anni più di qualunque ‘politico’ italiano

Burocrazia: Monsù Travet è guaribile, ma...
Burocrazia: Monsù Travet è guaribile, ma… La burocrazia è una mentalità, in parte derivante dalla vecchia idea dello Stato piemontese, secondo la quale la pubblica amministrazione deve impedire al cittadino, normalmente ladro, di rubare. Serve la rivoluzione copernicana di Colao
di

Chiediamo alla burocrazia di aiutare, suggerire, collaborare, e magari di aiutare a fare ciò che un cavillo proibirebbe ma non lede nulla, poi se sgarri di un ‘ette’, te ne penti per tutta la vita

Fedez a parte, la politica che fine ha fatto?
Fedez a parte, la politica che fine ha fatto? Il piano di resilienza, per esempio, solo molti che dicono che vogliono mettere bocca nella scelta delle spese da fare e nella loro realizzazione, per il resto nulla
di

Colao ha buttato lì una cosetta niente male: l’amministrazione non deve fare grandi controlli ‘prima’, anzi, deve ‘aiutare’, ‘suggerire’, ‘collaborare’ con il cittadino che vuole fare qualcosa e poi se il cittadino cerca di menarla per il naso, stangare

Il Recovery fund c’è, ci manca la ‘visione’ per la ricostruzione dell’Italia La ‘visione’ deve riguardare una riforma dell’Italia, una riforma di tutto, di noi tutti, una riforma che produrrà effetti fra trent’anni, per la ‘nuova generazione di europei’
di

Occorrono persone e mezzi capaci di pensare e fare le cose funzionali alla rinascita italiana, sarebbe su questo che si dovrebbe fare cadere questo imbelle inutile governicchio