Navigazione: Prescrizione

Prescrizione e Renzi a parte A mente fredda: lo sputo in faccia di Grillo a Giggino; sardine sì, partito no; la strana idea per la quale il Capo dello Stato sarebbe voce della Costituzione e non del popolo. Problemi non da poco in un futuro molto prossimo
di

Considerare il popolo un accidente dello Stato è azzardato, anzi, pericoloso. Urli, violenza, nemici, odio, supponenza, falsità, ipocrisia, cinismo, in una parola populismo, uguale ‘Vaffa’

Govermo: si naviga a vista, con il freno a mano tirato La ‘quadra’ di Conte perché il Governo duri: avanti piano, quasi fermi. Sulla prescrizione il ‘lodo’ Conte destinato a durare poco
di

Tutti hanno bisogno di tempo, e se cade il Governo, Mattarella non è più disposto ad avallare altre pasticciate coalizioni. Si vota, anche se sciogliere le Camere è problematico: c’è il referendum costituzionale, le elezioni amministrative e cinquecento nomine importanti

Prescrizione: si getterà un sistema che già non funziona nel caos Eliminare la prescrizione e basta serve solo a indurre a definire superficialmente i processi, costringere ad una ulteriore conflittualità anche dei Magistrati impegnati a giustificare i propri ‘ritardi’
di

Serve volontà politica, serietà, capacità tecnica, capacità politica di ‘dispiacere’ alcuni, per resistenze ve ne saranno, sia da parte dei magistrati che degli avvocati

Dal Mes alla prescrizione: provocazioni VS competenza Litigiosità e provocazioni di coloro che vogliono ‘mettere bandierine’, stellini e italoviventi che devono dimostrare di esistere, con il PD che comincia a non poterne più e con Gualtieri che sfodera la competenza che nel silenzio vince
di

Certo la necessità di dimostrare di esistere di gente senza arte né parte, ma i limiti sono superati, non si capisce più quale sia il senso di questa assurda litigiosità in un Governo che è nato per disperazione e deve continuare a stare in piedi per disperazione

Prescrizione: il Paese dei cachi, con la prevalenza del cretino Dall’onestà di Berlinguer a quella di ‘questi qui,’ ‘questi di oggi’, che “se si dividessero si suiciderebbero, anche se si schifano sono costretti a stare assieme”
di

Il qualunquismo travestito da ‘onestà’; il pressapochismo travestito da competenza , i cosiddetti sovranisti feroci e violenti, inutili e incivili, questa è la politichetta provinciale e ignorante