Navigazione: popolo

Libano: un anno dall’esplosione di Beirut, cosa non si sa? Più di 230 anime perirono nella devastante distruzione che fece letteralmente saltare in aria la capitale che è irriconoscibile e piena di sofferenza. Il 4 agosto è quindi un giorno di lutto, ma anche di rinascita per il popolo libanese, non per i politici
di

Fare un passo indietro e guardare a questo mega movimento che è stato creato dai libanesi, locali e internazionali, dà speranza. In una nazione così settaria e divisa, le persone trovano sempre un modo per sorprendere e superare ogni sfida.

Coronavirus: invertitore di paradigmi, acceleratore di innovazione A colloquio con il Professor Marco Braghero: il tempo, le fragilità, gli anziani, l’educazione. Uno sguardo alla pandemia quale grande occasione per ritrovare ‘il tempo perduto’, acceleratore di processi innovativi
di

“Al di là della sofferenza e dei lutti, una straordinaria opportunità di rigenerare la nostra concezione del tempo. Occorre invertire il paradigma. La prima azione da mettere in atto è un grande piano culturale ed educativo per valorizzare il mondo degli anziani”

Coronavirus: tutti a impugnare l’IO. Provassimo essere popolo? Tacere e remare, riservandosi di fargliela pagare dopo, a crisi finita, quando, prendendo atto dei governanti che abbiamo, diremo loro di andarsene a casa una volta e per tutte
di

L’unità di azione, se non di intenti, non è doverosa, è naturale, è necessaria. In un Paese civile e moderno, la solidarietà non si manifesta solo cantando alla finestra, ma anche nei fatti, nella concretezza

Prescrizione e Renzi a parte A mente fredda: lo sputo in faccia di Grillo a Giggino; sardine sì, partito no; la strana idea per la quale il Capo dello Stato sarebbe voce della Costituzione e non del popolo. Problemi non da poco in un futuro molto prossimo
di

Considerare il popolo un accidente dello Stato è azzardato, anzi, pericoloso. Urli, violenza, nemici, odio, supponenza, falsità, ipocrisia, cinismo, in una parola populismo, uguale ‘Vaffa’