Navigazione: politica estera

Afghanistan: ora Draghi deve darsi da fare
Afghanistan: ora Draghi deve darsi da fare L'Europa non ha nè la forza economica né la forza militare per fare politica estera sullo scenario internazionale in questa fase in cui gli Stati Uniti sono in difficoltà. Ma ha la terza arma, l’autorevolezza, l’affidabilità, ovvero ha Mario Draghi
di

Draghi ha tutte le carte in regola per guidare l’Europa ora che è necessario rispondere operativamente alla ‘rinuncia’ statunitense, ma deve accelerare il suo piano e quello della stessa Europa

‘Cara Europa, hai poco da stare allegra’, parola di Crisis Group L'aggiornamento di primavera della 'Watch List' annuale del think tank mette in guardia l'Europa da facili illusioni sul fatto che la nuova Amministrazione USA e i vaccini COVID possano dare un po' di tregua ai tempestosi affari globali
di

«Biden ha portato più continuità che cambiamento» e quelli che possono sembrare ‘punti luce’ sono «apparenti ricalibrazioni», che però, «quanto riusciranno a ottenere rimane poco chiaro»

Caro Draghi, vogliamo vedere cammello!
Caro Draghi, vogliamo vedere cammello! Draghi ha spostato violentemente il baricentro della politica estera italiana nella convinzione di non avere i mezzi per rilanciare realmente l’Italia, affidandone la sopravvivenza al sostegno americano, in una Europa in via di smantellamento?
di

Dal viaggio in Liba alle dichiarazioni su Erdogan, passando per il piano di rinascita, i molti dubbi che inducono a chiedersi se Draghi voglia trasformare l’Italia nel Paese delle vacanze, nella prospettiva della fine dell’Europa