Navigazione: petrolio

L’energia dell’America Latina è in Messico La rivoluzione energetica in Messico tra petrolio e gas naturale. Ecco cosa sta accadendo
di

Il chiaro vantaggio del Paese nella sua regione, però, non è privo di sfide. Prima fra tutte, la cronica mancanza di infrastrutture di stoccaggio del gas. Un problema non da poco, visto che, per adeguarsi e realizzare ciò che appare necessario, si dovranno investire circa 250 milioni di dollari. L’investimento andrebbe a completare un progetto già esistente che, una volta completato, trasformerebbe pozzi non redditizi in strutture di stoccaggio a regola d’arte. Ma non solo: il Messico dovrà apportare miglioramenti significativi al proprio sistema di trasporto del gas e ottimizzare la rete di distribuzione elettrica per integrare le energie rinnovabili.

Arabia Saudita: Aramco, per la quotazione in borsa è solo questione di tempo? Riad smentisce le indiscrezioni di uno stop all' operazione. Ma i tempi sembrano dilatarsi. Perché?
di

“Nessuno crede veramente che l’IPO fallirebbe, ma ci sono disaccordi su dove dovrebbe avvenire. Potrebbe essere quotato senza troppi problemi sul Tadawul, che ha una capitalizzazione complessiva di 520 miliardi di dollari. Anche Londra lo farebbe . Molti nel Regno non vogliono farlo a New York”.   

FederPetroli: politica energetica italiana cercasi ntervista a Michele Marsiglia: fatti i Sottosegretari ora si guarda alle nomine nelle aziende partecipate, baricentro di traino per l’economia energetica di quel Paese
di

“In Italia esiste una situazione di mancata conoscenza di cosa è l’Energia in tutte le sue forme; I progetti che stanno portando business continuativo alle aziende sono focalizzati in altri Paesi, Medio Oriente in primis, a seguire Africa”

I guai dell’ oro nero: la Nigeria trascina l’ Eni in tribunale L'azienda italiana citata in giudizio per inquinamento del Delta del Niger e per una maxi-tangente pagata a politici nigeriani per ottenere la concessione sul giacimento. Tra gli imputati anche l'Ad Descalzi ed il suo predecessore Scaroni. L'Eni rischia la revoca della concessione ed una sanzione multimilionaria.
di

Il giacimento di petrolio più ricco di tutta l'Africa rischia di trascinare a fondo tutto lo stato maggiore dell'Eni. Inquinamento e corruzione internazionale le accuse. Due processi al Tribunale di Milano stabiliranno le responsabilità della Società italiana. Tra i banchi degli imputati dirigenti, manager e intermediari. Alcuni di loro avrebbero intascato mazzette dal pagamento della concessione di estrazione sul giacimento. Ne parliamo con Luca Manes di Re:common, l'organizzazione che per prima ha presentato alla procura di Milano dubbi sulla legalità di quell'operazione economica.

[purchase_link id="272521" text="Acquisto" style="button" color="red"]


Se preferisci non acquistare il singolo PDF ma entrare nella nostra Membership (Memberhip Mensile, Membership Annuale, Membership Semestrale e Membership Trimestrale) utilizza i seguenti bottoni.
Accedi Registrati al Membership
1 2 3 8