Navigazione: Papa Francesco

USA – Vaticano: Biden come Reagan Reagan aveva bisogno di un alleato cattolico, e ne trovò uno in Giovanni Paolo II. Oggi Biden affronta una situazione in qualche modo simile
di

Biden affronta il proprio dilemma cattolico: l’ultimo capitolo di una lunga lotta sui cattolici nella vita pubblica americana, che mette in evidenza una frattura più profonda tra i vescovi degli Stati Uniti e il Vaticano. Biden -come Reagan- potrebbe trovare un orecchio più ricettivo a Roma che a casa

Comunione e Liberazione: la ruvida ma necessaria carezza di Papa Francesco Il provvedimento di papa Francesco, che formalmente riguarda i Memores Domini, offre una possibilità irripetibile all’intero Movimento
di

Secondo don Giussani i cattolici dovevano giocarsi le proprie carte qualificando la loro presenza, ‘facendosi cultura’, indicazione presto trasformatasi nel più aggressivo ‘imporre’ la propria cultura, rovesciando così le finalità del cristianesimo

La libertà di Zan, quella dei tipi in mutande, … e poi Papa Francesco
La libertà di Zan, quella dei tipi in mutande, … e poi Papa Francesco Se non fare il gesto della genuflessione non è una dichiarazione di razzismo, perché non osannare all’omosessualità dovrebbe voler dire essere ostile agli omosessuali? Non è egualmente manifestazione di libertà di pensiero?
di

La lettera di Papa Francesco a padre James Martin chiarisce, ai politicanti da strapazzo, che la nota del Vaticano sulla proposta di legge Zan va presa per quello che è: una richiesta di valutare la ‘forma’ della legge, talune sue espressioni

Disegno di legge Zan: laici e plurali
Papa Francesco tra l’entusiasmo dell’Iraq e la sordina dell’Occidente Intervista a Franco Cardini che ci spiega l'atteggiamento ostile o scettico e riduttivo di tutta quella parte delle forze italiane ed europee in generale di centrodestra, abitualmente schierate a favore dell’atlantismo, per una visita importantissima per i cristiani irakeni, ma ancor più per tutto l’Islam, tanto sunnita quanto sciita
di

“E’ probabile che i servizi USA favoriscano incidenti attribuendoli poi a non meglio identificati ‘fanatici musulmani’ in lotta contro ‘l’Occidente’ ed ostacolando così un processo di pacificazione irakeno che sarebbe auspicato da irakeni stessi, siriani, iraniani e kurdi, ma non da statunitensi, sauditi e israeliani”

1 2 3 11