Navigazione: Palestina

Oppressione e massacro di civiltà: da Biancaneve alla Palestina
Oppressione e massacro di civiltà: da Biancaneve alla Palestina Il divieto ovvio di insultare e aggredire qualcuno o qualche idea o comportamento, diventa divieto di 'parlare' in un certo modo di quelle cose. E ciò è diventato patrimonio del ceto dominante
di

Quando il bacio a Biancaneve o Cappuccetto rosso o Mozart sono a rischio, è la civiltà che è a rischio, e forse si comprende meglio l’indifferenza, specie dei ‘potenti’, di fronte al massacro di civiltà in Palestina, ad opera di un popolo che alla propria civiltà sembra avere abiurato

Gaza: non c’è nulla di umanitario, il problema è politico Il “messaggio palestinese è chiaro: ne abbiamo abbastanza! Chiediamo libertà, uguaglianza e diritti nazionali”, Così in questa intervista Yaser Alashqar, docente del MPhil International Peace Studies presso il Trinity College di Dublino, spiega la guerra di Israele contro i palestinesi
di

“Hamas e Israele potrebbero raggiungere un accordo di cessate il fuoco, ma le cause profonde del problema rimarranno. Devono esserci soluzioni politiche sostenibili e un impegno inclusivo con tutte le parti, compreso Hamas”

Israele – Palestina: quel che c’è sotto la superficie del conflitto etnico-religioso La violenza a livello comunitario tra gruppi di abitanti arabi e abitanti ebrei e la mobilitazione palestinese: due volti diversi del secondo fronte della guerra, quello nelle retrovie
di

Sul fronte ebraico la crescente normalizzazione dell’estrema destra, su quello arabo la crescente presa di coscienza dell’identità nazionale palestinese, divenuta senso di lotta comune