Navigazione: Moise Katumbi

Congo: Martin Fayulu ha le carte in regola per accedere al potere, ma ci riuscirà? Ha vinto le elezioni, è un capace manager, gode di potenti amicizie straniere, oltre a quelle di Bemba e Katumbi che possiedono eserciti privati, ma ora tutto o quasi dipende da USA, UE, Unione Africana
di

La sua intenzione di modificare il Codice delle Miniere potrebbe aver attirato antipatie presso le multinazionali occidentali coinvolte nell’affare del mercato parallelo delle risorse naturali congolesi guidato da Kabila

Congo: la beffa elettorale prima della tempesta Caos elettorale non casuale, la situazione è propizia per dichiarare percentuali di voto inesistenti a favore del candidato del regime, intanto le potenze regionali puntano a una proxy war supportando le ribellioni congolesi pronte ad esplodere
di

Alliance des Forces Patriottiques Katangaises ha proclamato l’indipendenza dal 1° gennaio della ricchissima provincia del Katanga. Si prospetta lo scoppio di un conflitto dai volti non ben definiti

Congo, affonda nel caos il fronte unito dell’opposizione Candidato unico è stato nominato Martin Fayulu, meno di 24 ore dopo, due leader regionali, Felix Tshisekedi e Vital Kamerhe, hanno ritirato il loro appoggio. L’opposizione così ha già di fatto perso
di

Le ragioni sono di natura politica. Tshisekedi e Kamerhe hanno preferito ritirarsi dagli accordi di Ginevra per non favorire Katumbi e Bemba e guadagnarsi qualche riconoscimento economico dal rais

Congo: Bemba for President, forse; Kabila non più tollerato dalla UA, forse A poche ore dalla scadenza della presentazione delle candidature, la UA avverte Kabila, ma il rais lavora sull’Angola per spaccare il fronte UA; il candidato più quotato, Bemba, cerca di raccogliere il consenso di tutta l’opposizione
di

Moise Katumbi, l’altro potenziale candidato, non riesce rientrare nel Paese per presentare la sua candidatura, sarebbe non più congolese ma italiano, come lo è diventato, 10 anni fa, l’Italia non lo dice