Navigazione: medioriente

A Fabbrica Europa in scena il Medio Oriente La 25 edizione della Rassegna fiorentina di danza, coreografia, musica presenta 96 spettacoli ad un pubblico di giovani e giovanissimi
di

Non è celebrativa, questo anniversario non lo viviamo come una celebrazione ma come un anno zero per ripartire da un nuovo respiro di creatività. La caratteristica di questa rassegna è quella di un cammino inverso o a ritroso: non partiamo dall’Europa ma dall’Estremo Oriente fino all’Europa, passando per il Medio Oriente

Iran -Turchia: tra cooperazione e competizione regionale La lettura strettamente geopolitica dell’incontro bilaterale tra Turchia e Iran del Professor Federico Niglia
di

Ieri, 20 dicembre, si è tenuto Baku -la capitale azera- il quinto incontro trilaterale tra Ministri Esteri di Turchia, Mevlut Cavusoglu, Iran, Mohammad Javad Zarif, e Azerbaijan, Elmar Mammadyarov. L’incontro di ieri, a differenza dei precedenti, si è svolto in un clima geopolitico regionale  molto più teso.

Yemen: e se il Paese si dividesse in due? Katherine Zimmerman, ricercatrice dell'AEI, offre le sue analisi circa questa possibilità
di

La guerra civile in Yemen non sta più dando priorità al perseguimento di una risoluzione politica al conflitto. Questo,  nel report sulla crisi in Yemen nel 2017 e le analisi della ricercatrice Katherine Zimmerman. Sono passati sei anni dall’iniziativa del Consiglio per la Cooperazione del Golfo volta ad assicurare un passaggio politico pacifico ed un Governo centrale stabile e lo Yemen si è spaccato. Siamo di fronte e quella che molti hanno ormai definito la più grande crisi umanitaria odierna.

L’ex Premier libanese invitato a Parigi: la mossa della Francia che punta al Medioriente L'analisi di Matteo Colombo, ISPI, sugli interessi francesi nel Golfo e in Medioriente
di

Ma soprattutto, coglie l’occasione per rivestire il ruolo di mediatore nella delicata partita libanese con l’obiettivo a lungo termine di diventare la nuova potenza di riferimento in Medioriente. Una potenza certo non paragonabile agli Stati Uniti e alla loro decennale egemonia nella regione, ma in grado di colmare quegli spazi geopolitici lasciati vuoti proprio dagli Usa, impegnati da diversi anni a questa parte in un’opera di progressivo disimpegno dai più scottanti dossier mediorientali.

1 2 3 6