Navigazione: Mali

Isis, una seconda vita in Africa?
di

Daesh, grazie all’attività dei gruppi africani, dimostra al mondo di essere diffuso in maniera capillare. I fronti locali di insorgenza grazie alla benedizione dello Stato Islamico si trasformano in fronti locali di un jihad globale

Mali, un referendum per l’Imperatore
di

La data del referendum è stata fissata per il 9 luglio e la campagna elettorale inizierà il 23 giugno. Il Presidente Keita giustifica la revisione costituzionale con la necessità di correggere le deficienze del potere amministrativo in modo di rafforzare il governo e sostenere l’applicazione degli accordi di pace con i ribelli Tuareg firmati nel 2015 ad Algeri.

Mali, il terrorismo islamico aumenta nelle province nord e centrali
di

L’incapacità di controllare il territorio sconfiggendo i gruppi salafiti e promuovendo pace e progresso sociale, i crimini di guerra commessi dalle milizie Bamako e le violenze fatte subire ai civili dai soldati francesi hanno spinto gran parte della popolazione musulmana del nord e centro ad individuare nel JNIM e in Al Qaeda Magreb valide alternative di potere

Mali: serve più dell’impegno militare
di

‘Ci sarebbe bisogno di un addestramento specifico per far sì che una risposta militare e di sicurezza non aumenti ancora di più la marginalizzazione delle popolazioni locali. Quest’ultime devono essere parte integrante di qualsiasi strategia per contrastare il terrorismo e l’instabilità nella regione’

Mali: nuovo attacco, vecchio male che cresce
di

I militari maliani e le forze armate Onu sono obiettivi frequenti degli estremisti islamici che una volta governavano le città del nord del Mali, estromessi ufficialmente nel 2013 da un’operazione militare guidata dalla Francia, continuano ad effettuare attacchi, e recentemente la situazione è nuovamente precepitata