Navigazione: governo

Governo del cambiamento o comitato d’affari? Tutta questa ideologia sovranista e fascista alla fine non riesce neanche a nascondere bene il suo vero volto
di

Per tutelare i propri reciproci affari hanno messo al centro la parola ‘contratto’, il cui significato assume contorni mistici tanto si dilata, restringe, si sconfessa e si recupera. Un termine, guarda caso, che regola la stipula di affari, non i normali rapporti che dovrebbero regolare la vita politica di un Paese.

Alla ricerca del lavoro perduto Un mucchio di posti di lavoro stanno sparendo, dai rider al fattorino, dai camerieri ai piloti di aerei, tutto all’insegna del taglio dei costi, ma soprattutto del sempre più acuto e disperante isolamento degli esseri umani
di

Che può fare il povero Governo di bassa lega e di stelle al tramonto? Qualcosa potrebbero, se non inseguissero per biechi fini elettorali programmi senza senso; animo! c’è un Paese da risollevare

Sull’orologio della storia sta per battere l’ora fatale per il Governo ignorante L’ora entro la quale dovrebbe presentare un nuovo più decente documento economico finanziario che dimostri una almeno rudimentale conoscenza dell’aritmetica
di

Lo stagno è in subbuglio. Ce la faranno i nostri eroi a traghettare il cavolo (le promesse elettorali, appunto, del cavolo), la capra (il Governo) e il lupo (l’Unione Europea, descritto come il necessario ‘cattivo’) da una riva all’altra del fiume?

Salvini – Di Maio: quando la lotta si fa dura Condono più, condono meno, il decreto fiscale 'passerà' se non altro perché non c’è tempo di grandi modifiche e poi ciascuno è innamorato della sua legge
di

Lotta, non chiaramente conclusa finché non si potrà avere il piacere di vedere il decreto, leggerlo. Perché una cosa è apparsa ben chiara fin dall’inizio di questo Governo: il diavoletto si nasconde nei particolari, che sfuggono all’attenzione. Fateci caso.

Di Maio, il Robespierre d’ Egitto Che il nostro 'governo' fosse privo di Presidente del Consiglio era cosa nota. Ma anche di Ministro degli Esteri, dell’economia, di chi sa cos’altro? Chi fa che e come?
di

Matteo Salvini faceva scalpore maltrattando e facendo maltrattare i migranti, e poi offrendo il suo non villoso petto ai colpi della Magistratura; Luigi Di Maio, altrimenti noto come il Robespierre del Vesuvio, faceva urla straordinarie sulle Autostrade e poi si proponeva di rovesciare il mondo

1 2 3 12