Navigazione: Giuseppe Conte

Decreto Salvini: incompetenza, volgarità, stupidità e cattiveria assurte a legge Un decreto legge volto a coartare il Quirinale, nato ‘contro’, e la legislazione ‘contro’ ha sempre portato a regimi autoritari o ne è frutto
di

Scritto con i piedi (volutamente forse), viola le convenzioni internazionali che abbiamo introdotto nel nostro ordinamento, è pieno di aberrazioni giuridiche, è un decreto cattivo, noi italiani, oggi, siamo cattivi per legge

Casalino fu vera gaffe? anche no, mentre pullulano gli arroganti e mancano i duri che sanno giocare Casalino sprovveduto non è, facile credere che abbia fatto tutto quello che ha fatto in piena coscienza, intendeva inviare un 'messaggio', e desiderava che quel 'messaggio' venisse identificato con lui
di

Tria infuriato chiarisce: «Le coperture e l’attribuzione delle risorse non spettano alle strutture tecniche ma sono una scelta politica», mentre Conte cerca di mettere una toppa che è peggio del buco, con Di Maio che palude, mentre comincia a stomacare più di uno

Rocco (Casalino) e i suoi fratelli(ni) sempre più inconcludenti e ipocriti Ci salvano, o ci provano, la Farnesina di Moavero e le Finanze di Tria, tutto il resto più che noia è pena, con i Casaleggio boys superpagati per diffondere veline e Conte di ritorno dalla passeggiata a Salisburgo
di

Conte di ritorno da Salisburgo si conferma l’uomo che ottiene ‘condizioni meramente potestative’; da Pechino Di Maio si conferma il fine economista del ‘debito … a babbo morto’

Italia – Austria: sovranismi che cozzano nel Paese dei cachi Sovranisti austriaci attaccano, sovranisti italiani tacciono. L’atto stupido e inutile della volontà sovranista di quell’Austria i cui governanti sovranisti vengono quotidianamente baciati in bocca dai vari Salvini e Di Maio
di

E ora che faranno quei due? Di stupidità in stupidità si fa presto a perdere il controllo e poi quello che succede è imprevedibile … Finora l’unico a reagire è stato Moavero, non ci si può fermare qui

Grazie Ungheria, ci hai fatto vedere il vero Parlamento dell’Europa dei popoli Al Parlamento UE si è votato indipendentemente dalla Nazione di provenienza dei parlamentari e dei loro raggruppamenti politici, gli eurodeputati hanno votato secondo coscienza. Questa è democrazia
di

Se l’Europa potesse essere sempre così ogni giorno, il momento di difficoltà dell’Unione sarebbe superato, diventerebbe davvero l’Europa dei cittadini e molta parte degli attuali governanti andrebbero spazzatoi via